Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Addio a mister Porta a Porta

Chi prende il posto di Bruno Vespa: Renzi, lo strano "annuncio" / Video

"Questo mio alè è una chiara e netta apertura verso Floris". Così Matteo Renzi nella sua recente diretta Facebook, in cui ha risposto alle domande del fantomatico popolo del web. Un "alè" - il cavallo di battaglia con cui Floris chiude le puntate dei suoi talk - che alla luce di quanto accaduto con Bruno Vespa, finito nella tempesta per l'ospitata di Riina junior a Porta a Porta, assume nuovi significati. Già, perché Renzi, con Floris, non ha mai avuto un ottimo rapporto, e a dimostrarlo c'è il fatto che il premier non si sia mai palesato negli studi di Dimartedì. Eppure...

Eppure, si dice, Floris vorrebbe rientrare in Rai. E c'è chi suggerisce che il grande passo sarebbe possibile. Dove? È chiaro, al posto proprio di Bruno Vespa, che dalla prossima stagione televisiva, soprattutto dopo l'ultimo caso e la rottura con i nuovi vertici aziendali (renziani), potrebbe non essere più a Viale Mazzini (Renzi lo vuole cacciare: leggi l'approfondimento). Insomma, la battuta di Renzi potrebbe essere interpretata come un chiaro atto di "disgelo" con Floris, magari proprio come un invito: da settembre lo vedremo padrone della seconda serata di Rai 1? Possibile...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vittoriomazzucato

    12 Maggio 2016 - 14:02

    Sono Luca. Questo Lunedì non c'era già Vespa in RAIUNO. GRAZIE.

    Report

    Rispondi

  • aaronrod

    08 Aprile 2016 - 19:07

    Si prepari ad andare pure a casa Lei.......certo, poi le rimarrá una bella pensione a vita.....uno con 7/8 mila euro al mese sepoffá no?

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    08 Aprile 2016 - 15:03

    alè .... mavadavialkù!

    Report

    Rispondi

  • gem48

    08 Aprile 2016 - 14:02

    Trovo la cosa, una ottima scelta. Due sono i programmi che oggi vale la pena di seguire: Virus di Porro e Di Martedi di Floris. Bello sarebbe poterli seguire senza pubblicità. G li altri sono diventati ormai una litania.

    Report

    Rispondi