Cerca

Coppa Italia

Tutti i gol di Inter-Bologna

0
Con un gol di Ranocchia al 120' l’Inter vola in semifinale battendo per 3-2 un grande Bologna, capace di rimontare due reti con Diamanti e Gabbiadini ai due splendidi gol firmati da Guarin e Palacio.   E' di Cassano la prima occasione del match. Il barese, preferito a Livaja, fa tutto bene (dribbling su Sorensen, contrasto con Portanova) tranne il tiro. La replica del Bologna è affidata a Diamanti: sinistro potente ma impreciso.   Cassano continua a creare gioco: Rocchi arriva tardi all’appuntamento. Bene il Bologna in contropiede: da Diamanti e Pasquato, sinistro secco ma Handanovic c'è. Cassano uomo in più. Servito da Benassi, sfodera un gran destro a giro sul quale Agliardi compie un mezzo miracolo. Nulla può però il portiere emiliano quando Guarin esplode un destro potentissimo all’incrocio dei pali dal limite dell’area: Inter in vantaggio al 34'. Il Bologna però c'è: incornata di Gilardino, gran riflesso di Handanovic, che è bravo pure sulla botta di Diamanti e, in avvio di ripresa sulla punizione del fantasista toscano. Qualche cambio, Palacio (due volte), Pereira e, soprattutto, Cassano, avrebbero l'opportunità per il raddoppio ma non le sfruttano; Pioli così tenta il tutto per tutto con Kone per Antonsson. Ma al 32' l'Inter sfonda: splendido anche il gol di Palacio con un destro che s'infila all’incrocio dei pali dopo un dribbling su Portanova.Partita finita? Macchè. Merito di Diamanti che sfodera una punizione magnifica che lascia Handanovic di stucco a 10' dalla fine. Rischia grosso l'Inter sul cross di Morleo: deviazione di Ranocchia e palo. Al 39' il pari felsineo: cross di Motta, Jonathan a vuoto e Gabbiadini non sbaglia a due passi da Handanovic. Annullato un gol a Ranocchia (fuorigioco), poi Kone sfiora il clamoroso sorpasso, mentre Handanovic si esalta sul sinistro di Gabbiadini in pieno recupero e Agliardi salva sul cross di Palacio deviato da Portanova. Supplementari. Succede pochino, anche perchè Cassano e Diamanti sono alle prese con problemi fisici (cambi esauriti). Almeno fino al minuto 110, quando il 40enne Zanetti, dopo un’azione personale da urlo, colpisce il palo. Spreca l'impossibile Gabbiadini a 5' dal termine: colpo di testa troppo debole e centrale, poi Handanovic è di nuovo bravo su Gabbiadini. All’ultimo assalto, il colpo di testa di Ranocchia (incerto Agliardi) che manda l’Inter in semifinale contro la vincente di Fiorentina-Roma. Ma il Bologna esce a testa altissima.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news