Cerca

L'intervista

Marra: c'è un terzo film porno di Sara Tommasi

0
Intervistato da Fabrizio Biasin, l'avvocato Alfonso Luigi Marra parla dell'esclusione alle primarie del Pdl ma soprattutto della vicenca giudiziaria che vede coinvolta la sue ex fidanzata Sara Tommasi. Per quanto riguarda il Pdl, lo scrittore sembra avere il dente avvelenato e tira una stoccata al segretario Angelino Alfano: "Il buon Alfano, con una trovata originale e non democratica, non mi ha autenticato le 10mila firme che avevo raccolto". Incalzato dalle domande del giornalista, Marra rincara la dose e aggiunge: "Evidentemente davo fastidio perché volevo portare la tematica del signoraggio all'interno del Pdl". Su Silvio Berlusconi dichiara: "Silvio deve andare via dal partito, ormai si sono rotti gli argini e gli equilibri per andare avanti".

Sara Tommasi - Archiviato il filone politico delle primarie, Biasin va dritto al sodo e chiede all'avvocato nuovi dettagli sulla vicenda che vede coinvolta l'ex fidanzata Sara Tommasi e il secondo film porno. Qualche giorno fa, aveva fatto notizia il sequestro della polizia giudiaziaria di tutte le copie di Confessioni Private, la seconda pellicola a luci rosse della showgirl. Entusiasta e soddisfatto per l'obiettivo raggiunto, il prossimo sarà quello di bloccare la circolazione del primo film La mia prima volta. Per quanto riguarda il passato scabroso della Tommasi, adesso potrebbe spuntare addirittura un terzo film porno girato in Florida. L'avvocato, che ora vuole interpellare le autorità americane, parla di "un caso analogo ai due precedenti nel quale i due gentiluomini di campagna - così Marra definisce i due produttori che avrebbero sfruttato la Tommasi - avrebbero coinvolto Sara in un terzo episodio caratterizzato da un'efferatezza spaventosa". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news