Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

L'editoriale

"Dimettetevi tutti, Santanchè compresa"

Portare la rottamazione fino nel cuore del centrodestra per riavvicinare il Popolo delle Libertà agli elettori. Perché la grande novità della scena politica, sostiene  Maurizio Belpietro, "si chiama Matteo Renzi", e anche se non riguarda diurettamente il Pdl, non può lasciarlo indifferente. Il sindaco di Firenze ha portato i grandi vecchi del Pd (leggi Massimo D'Alema, Walter Veltroni, Pierluigi Castagnetti) a farsi da parte. "E allora ripartiamo dal nostro appello dello scorso 23 maggio - dice Belpietro - 'Dimettetevi tutti'. Per riconquistare la fiducia degli elettori non basta un ritocco, ci vuole una rivoluzione". Si accoda all'esortazione dello stesso tenore fatta da Daniela Santanchè, il direttore di Libero, ma ponendo un distinguo: "La rottamazione del  Pdl deve essere di tutti i big, che oggi appaiono vecchi, non solo di una parte. Quindi - continua - va rottamata anche Daniela Santanchè, che non siede in Parlamento ma che è stata vicina al Pdl e ai suoi errori in questi anni. Se rottamiamo gli Alfano - conclude - via anche i Cicchitto e i Gasparri".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400