Cerca

Sicilia

Il video dello scandalo: protagonista Miccichè

0

Un video-scandalo che infiamma la campagna elettorale per l'elezione del nuovo governatore siciliano. Rosario Crocetta, il candidato del Pd, per giorni lo aveva annunciato, spiegando che "era la prova degli accordi tra il candidato di Grande Sud, Gianfranco Miccichè, e quello del centrodestra Nello Musumeci per gestire l'affare dei termovalorizzatori in Sicilia". Il protagonista è proprio Miccichè e, con una mossa a sorpresa, è stato proprio lui a renderlo pubblico, proiettandolo in una sala cinematografica a Palermo. Nella clip, che dura una decina di minuti, vi è effettivamente un riferimento ai termovalorizzatori, ma molto altro: emerge infatti un ritratto privato del politico, del suo modo di organizzare la campagna elettorale e della sua rete di relazioni. Miccichè non si esime da commenti durissimi sui politici siciliani, e non risparmia nemmeno il governatore uscente, l'ex amico ed alleato Raffaele Lombardo.

Il fratello banchiere - Il video è stato girato nella casa di Miccichè da Gregorio Valvo, il direttore di un sito di informazione a Siracusa, Lanota7. La clip era già stata messa in rete circa due mesi fa, ma non suscitò particolari polemiche. Miccichè, nei dieci minuti di video, parla con Valvo e con l'onorevole Titti Bufardeci e spiega la sua campagna elettorale: "Deve passare il messaggio che io quello che prometto lo mantengo e che le cose le so fare perchè l'ho dimostrato. Ho relazioni europee e internazionali che non ha nessuno. Non sono quelle di Obama, io conosco tutti i principali imprenditori italiani ed europei". Poi parla del fratello, dirigente in Banca Intesa: "E' il capo di Banca Intesa. Io non lo posso dire in campagna elettorale ma bisogna che passi come un fatto. Puoi stare sicuro che nel momento in cui la Sicilia con suo fratello presidente della Regione ha problemi non è che mi dà i soldi di Banca Intesa, ma mi organizza un tavolo con i cinque banchieri più importanti in Italia, forse in Europa, per trovare soluzioni. Il signor Crocetta - aggiunge Miccichè - non so chi si può mettere attorno al tavolo per trovare soluzioni".

Gli scherzi di Montezemolo - Uno dei passaggi più divertenti è quello in cui il candidato parla dei presunti scherzi che gli farebbe Luca Cordero di Montezemolo: "Io devo fare passare il meccanismo che ho tutta una serie di relazioni che non ha nessuno. Perché io ho persino Montezemolo che mi chiama e mi fa gli scherzi telefonici: 'Pronto La Repubblica (il quotidiano, ndr), ma lei è amico di Dell'Utri? E io gli dico: 'Guardi io con voi non parlo'. 'No - dice lui - ci deve rispondere'. E scopro che è lui, Montezemolo, che materialmente mi rompe la minchia".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news