Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

La telefonata

Porno Tommasi, tutta la verità di Sara

"Trovo orribile registrare le conversazioni, ma quando, il 9 luglio 2012, Sara ha iniziato dire quelle cose, ho ritenuto doveroso nel suo interesse registrarla con il telefonino. Dopo l’ho però informata della registrazione e le ho chiesto se potevo usarla a suo vantaggio, e lei mi ha autorizzato. Il punto importante è quello in cui dice che, verso le 19 del 6 giugno 2012, giorno in cui è stato girato il porno, ha perso conoscenza. Dopo di che deve pur essersi svegliata per girare il film, ma dice di non ricordare null’altro se non di quando si è svegliata, il giorno dopo, alle 9,30. Peraltro, secondo una persona che ha visto il film, in una delle riprese si vede che le cola il naso, segno di abuso di cocaina e, in un’altra, le si vedono segni di polvere bianca sotto al naso". 
Attraverso questo comunicato stampa l'avvocato Alfonso Luigi Marra torna a parlare del chiacchieratissimo film porno girato dalla ex fidanzata Sara Tommasi. Come si evince da questa telefonata, risalente al 9 giugno, la soubrette appere in stato confusionale e non ricorda assolutamente i dettagli della giornata in cui avrebbe girato il film a luci rosse. 
La telefonata - Del giorno in cui girò il film porno, Sara ricorda solamente la mattinata a Cologno Monzese dove era impegnata per alcune interviste e afferma di aver un vuoto mentale che va dalle sette delle sera in poi. La Tommasi racconta di essersi svegliata in albergo solo alle 9,30 del mattino successivo, lasciando intendere di esser stata portata in Svizzera e che il porno sia stato girato sotto l’effetto di droghe e tranquillanti avanzando addirittura l'ipotesi di una sosia che, con tanto di parrucca, avrebbe preso il suo posto durante le riprese.
Il giallo - Secondo il racconto di Sara, quella mattina sarebbe arrivata a Cologno Monzese con il treno delle 7 del mattino. Avrebbe consumato un tramezzino e un prosecco al bar con il produttore, per poi fare un’intervista con il TgCom, intervista che, secondo i ben informati, non fu mai mandata in onda “perché Sara biascicava". Successivamente, la Tommasi fu vittima di un’intervista-scherzo de Le Iene, che dovrebbe andare in onda a settembre. Sempre secondo il racconto delirante della showgirl, una volta terminati gli impegni televisivi, la Tommasi avrebbe dovuto prendere il treno delle 19,00 ma sarebbe stata convinta a dormire in un albergo milanese. E' proprio in questo momento che le parole di Sara lasciano intendere di esser stata sedata con dell’acqua minerale, forse "corretta" con morfina o Valium sostenendo di aver scoperto pochi giorni dopo dei “buchi” sul suo corpo. Subito dopo le misteriose riprese a luci rosse, la stessa Tommasi avrebbe deciso di sparire per allontanarsi dagli avvoltoi mediatici. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400