Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Scivoloni

La gaffe di Totti: "Rispetto l'omofobia"

Basta nominare le parole "gay" o "omo" e i calciatori vanno nel pallone, complice anche la loro non proverbiale capacità linguistica. Era capitato ad Antonio Cassano durante gli Europei di calcio, quando il bomber barese aveva balbattato la parola "froci" in risposta a una domanda su presunti gay in nazionale. Ed è capitato questa mattina al capitano della Roma Francesco Totti, in ritiro con la squadra in val Pusteria: "Rispetto l'omofobia" ha detto, con una gaffe che sarebbe degna dei suoi libri di barzellette, intendendo dire "omosessualità". Tutto nasce da un tweet del laziale Zarate, che rispondendo  a un messaggio denigratorio di un tifoso aveva twittato: "Con quella foto è normale che sei froccio (con due "c", ndr)". Richiesto di un commento dul tweet omofobo, Totti se n'è uscito con quella perla, intendendo che lui ripetta l'omosessualità: "“Rispetto la gente che vuol fare quella cosa (letterale, ndr)" ha infatti detto. "Sono esseri umani e vanno rispettati”. Meno male.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400