Cerca

Il giallo

La telefonata tra No Tav e Forza Nuova

0
Spunta sul web una telefonata che imbarazza, e non poco, uno dei leader del movimento No Tav, Alberto Perino, l'ex bancario che si proclama antifascista. Perino viene chiamato da tale Marco, che si presenta come militante di Forza Nuova, il movimento nazionale neo-fascista. Perino conferma di avere già parlato con una militante di FN: "Le ho spiegato che abbiamo bisogno che ognuno faccia delle cose dove si trova, abbiamo bisogno di toglierci una fetta di polizia qui da noi. E' inutile venire tutti in Val di Susa, bisogna allargare la contestazione in giro", spiega il leader No Tav. E il militante di Forza Nuova risponde: "Questo è quello che possiamo fare...sai che la polizia ci sta sempre addosso". Quindi Marco spiega che "noi partiremo nei prossimi giorni con delle azioni veloci, flash mob, dei blitz". E aggiunge: "Poi stiamo in contatto, a noi non dispiacerebbe incontrarti". E Perino risponde: "Guarda, credo che verrò a Milano alla fine del mese". Infine uno scambio di battute, con il militante neo-fascista che chiede dove sia possibile reperire del materiale No Tav da esibire durante le azioni dimostrative. Una telefonata strana, molto strana, e pubblicata su You Tube da Forza Nuova. I No Tav gridano al falso e alla manipolazione, ma il contenuto della chiamata pare piuttosto facile da comprendere.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news