Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Roma

Quartieri al setaccio: in manette 16 pusher

San Paolo, Casilino, S. Lorenzo, Prenestino, Esquilino, Porta Maggiore, Primavalle e San Basilio: queste zone continuano ad essere al centro dei controlli a tappeto che il Questore di Roma ha intensificato nell’ambito di una più ampia azione di controllo del territorio in atto già dal periodo estivo.
Nel corso degli ultimi giorni in giorni e fasce orarie diverse gli agenti delle Volanti, della Polizia Stradale e del Reparto Prevenzione Crimine, anche con le Unità cinofile hanno setacciato strade, attività commerciali e parchi. Per numerosi esercizi pubblici sono scattate le sanzioni per delle violazioni amministrative. A S. Basilio un romano di 37 anni utilizzava il garage del padre come “laboratorio” per confezionare la droga con la complicità di un suo coetaneo. Gli agenti del Commissariato, che già da qualche giorno tenevano d’occhio i due e avevano notato uno strano movimento nei pressi del garage di famiglia, ieri pomeriggio li hanno fermati per un controllo nei pressi del box in via Pietro Caleffi. All’interno del garage gli agenti hanno trovato un vero e proprio laboratorio per il confezionamento dello stupefacente: bilancini di precisione, coltelli, forbici, oltre a varie bustine di plastica di diversa forma. La perquisizione è quindi proseguita nelle abitazioni dei due ragazzi, dove gli agenti hanno rinvenuto 67 grammi di cocaina e 55 grammi di hashish. I due sono stati arrestati per spaccio di sostanze stupefacenti.
Un altro garage è stato al centro di un altro arresto in zona Casilino. Il giovane 25enne marocchino è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio per una modica quantità di sostanza stupefacente trovata all’interno dell’abitazione. E’stata rinvenuta anche una patente di guida che da un controllo nelle banche dati della Polizia è risultata rubata. Addosso al giovane sono state inoltre trovate varie chiavi di motoveicoli di cui non sapeva dare spiegazioni. Gli agenti insospettiti dai residui, trovati anche sulle lame dei due coltelli, hanno deciso di estendere la perquisizione al garage. Dentro il locale gli investigatori hanno rinvenuto un “muro” costituita da telai e altri pezzi di motoveicoli, che, rimossi hanno fatto emergere due borsoni neri. All’interno dei borsoni sono stati rinvenuti 33 kg. di Hashish divisi in 85 panetti di vario peso e 320 bustine di cellophane solitamente utilizzate per il confezionamento al minuto dello stupefacente. Anche in questo caso i panetti erano marchiati con delle lettre impresse. A S. Paolo gli agenti sono partiti da un controllo ad un locale di via Giovanni Porzio che ha portato poi all’arresto di un pusher. Nel corso del controllo amministrativo gli agenti hanno notato un ragazzo di 28 anni, che con fare nervoso tentava di disfarsi di una bustina contenente 8 dosi di hashish. Il 28enne, con precedenti specifici, è stato arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Nel locale, durante il controllo, gli agenti hanno riscontrato numerose irregolarità, tra cui anche i dipendenti in nero. A conclusione dell’attività è stata avviata l’istruttoria per l’adozione dei provvedimenti amministrativi del caso. Arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti un tunisino di 19 anni, sorpreso dagli agenti delle Volanti nei pressi della stazione Rebibbia, mentre cedeva ad un giovane una bustina di hashish. Nascoste nelle suole delle sue scarpe gli agenti hanno rinvenuto 13 stecche di hashish. All’interno degli slip il tunisino nascondeva, invece, una bustina di plastica contenente pasticche di “rivotril”, ansiolitico in commercio che, assunto insieme ad altre sostanze, può generare effetti analoghi a quelli dell’eroina. Il tunisino, trovato in possesso di un coltello è stato denunciato per porto abusivo di armi da taglio.
Al Prenestino alla vista della Polizia, un ragazzo ha tentato di nascondersi dietro alcune siepi. Ma il suo tentativo di mimetizzarsi non è sfuggito agli agenti che lo hanno fermato per un controllo. Nelle tasche del ragazzo gli agenti hanno rinvenuto una bustina con 25 grammi di hashish, un trita erba e un taglierino. Anche per lui oltre l’arresto per spaccio è scattata la denuncia per porto abusivo di armi. All’Esquilino sono stati arrestati per spaccio un cittadino del Gambia di 48 anni e un ragazzo minorenne trovati in possesso di 20 grammi di marijuana e 6 grammi di hashish. In zona Porta Maggiore, arrestati per spaccio un marocchino e due cittadini del Guinea, trovati in possesso di 40 grammi di marijuana.
Altri 3 spacciatori sono stati fermati in zona Primavalle. I primi due, entrambi romani, di 42 e 30 anni, sono stati fermati dagli agenti in via Pietro Bembo mentre, fermi sotto un portone, consegnavano ad un giovane una dose di cocaina ricevendo in cambio del denaro. Nascosti sotto il sedile della loro auto, i poliziotti hanno trovato due involucri in cellophane di hashish per un totale di 49 grammi di sostanza stupefacente. Altri 850 grammi di hashish, 41 semi di marijuana e un bilancino di precisione sono state rinvenute nelle abitazioni dei due spacciatori. Il terzo, un ragazzo 26enne, è stato trovato in possesso di numerosi dosi di cocaina. Nella sua abitazione gli agenti hanno trovato altri 100 grammi di cocaina, sostanza da taglio e tutto il materiale atto al confezionamento dello stupefacente. Altri due spacciatori, un tunisino e un egiziano, entrambi 20enni, sono stati sorpresi dagli agenti del Commissariato intenti a spacciare in via dei Sabelli a San Lorenzo. Un cittadino tedesco di 57 anni è stato arrestato, invece, dagli agenti del Commissariato Borgo per resistenza a pubblico ufficiale. Due topi d’auto sono stati sorpresi dagli agenti delle Volanti in viale Palmiro Togliatti mentre tentavano di rubare un’auto parcheggiata lungo la strada. Gli agenti li hanno sorpresi mentre dopo aver forzato la portiera dell’auto, armeggiavano nei pressi del blocchetto di accensione. Per i due sono scattate le manette.
Gli equipaggi della Questura sono stati impegnati anche nell’attività di contrasto del fenomeno della prostituzione su strada. Tra le strade più battute dagli uomini in divisa della Polizia di Stato l’Eur, Via longoni e viale Palmiro Togliatti. 483 le persone di nazionalità straniera che,nel corso dei diversi servizi sono stati accompagnati dagli equipaggi presso l’Ufficio Immigrazione della Questura per la verifica della loro posizione sul territorio nazionale. L’Ufficio Immigrazione una volta compiute le procedure di certa identificazione dei suddetti ha istruito le pratiche per l’espulsione dal territorio nazionale per oltre 100 fermati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400