Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

La follia

Colpo di carabina contro la scuola, fermato un 60enne di Terni

"Contro una parte molle o una testa avrebbe ucciso", spiega il Dirigente della Polizia di Stato, mentre tiene in mano un proiettile da .308 (quasi equivalente al 7,62 NATO), cartuccia del medesimo tipo di quella sparata, accidentalmente, da un ternano di 60 anni e che ha colpito un corridoilo dell'Istituto Tecnico Industriale “Allievi” di Terni.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti l'uomo, in procinto di partecipare ad una battuta al cinghiale, mentre mostrava l'arma, carica, ad un amico, avrebbe per errore tirato il grilletto. Sono le 10 di mattina di sabato, a scuola sono in corso le lezioni e, miracolosamente, nessuno transita per il corridoio dell'istituto quando la pallottola buca una finestra e si conficca nel muro. Per gli investigatori, la distanza coperta dal proiettile, 400 m, sarebbe stata sufficiente ad uccidere un uomo.

Di fabbricazione Browning, la carabina sequestrata è una “Bar Short-Longtrac Tracker”, indicata da siti di appassionati come adatta alla caccia al cinghiale e dal costo tutt'altro che accessibile, visto che occorrono circa 1400 euro per aggiudicarsi un esemplare; ora è nelle mani degli inquirenti che hanno contestato al 60enne il reato di esplosioni pericolose e disposto il ritiro della licenza di caccia e delle armi in suo possesso, che risultano regolarmente detenute. 

di Marco Petrelli
@marco_petrelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Chry

    16 Ottobre 2016 - 23:11

    Atroce i cristiani italiani vogliono uccidere i bambini

    Report

    Rispondi