Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Raffaele Colapietra

L'anti-Cav della Guzzanti rimpiange Berlusconi: la verità sul terremoto dell'Aquila

Lo storico aquilano Raffaele Colapietra (1931) ha raggiunto una certa popolarità (esiste anche una pagina a lui dedicata su Facebook) con il documentario Draquila. L'Italia che trema (2010) di Sabina Guzzanti, in cui difendeva la scelta di rimanere nella propria abitazione, pur lesionata, sita nella zona rossa e sparava ad alzo zero contro Berlusconi. Ma ora si è pentito. Intervistato da Abruzzoweb.it, ha fatto marcia indietro: "Spero che gli aquilani si rendano conto del grande lavoro che fece Silvio Berlusconi per questa città. Se non ci fossero state le new town, se non ci fosse stata quella macchina operosa, adesso dove starebbe la popolazione che ancora ha la casa distrutta? A 36 ore dal terremoto, nel 2009, Bertolaso e tutti i volontari avevano sistemato le persone negli alberghi sulla costa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • brontolo1

    30 Agosto 2016 - 13:01

    e per la cronaca,ho scritto alla compagna sciarelli ("chi l'ha visto"!) per avere notizie del "popolo delle carriole"!voi ne sapete qualcosa?

    Report

    Rispondi

  • Massimo Simon

    30 Agosto 2016 - 09:09

    Io gli farei raccontare le barzellette sul raccordo anulare

    Report

    Rispondi

  • paperoga33

    30 Agosto 2016 - 08:08

    meglio tardi che mai - fatti non ideologie preconcette Silvio fece bene e svelto - vediamo questi

    Report

    Rispondi

  • luigin54

    30 Agosto 2016 - 07:07

    ma c'è ancora qualcuno che la trova divertente ????? tra lei e suo fratello li manderei a lavorare in catena in una qualsiasi azienda poi alla sera vediamo se hanno ancora voglia di fare i COGLIONI.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti