Cerca

News da Radio 105

Emma Marrone vola al cinema!

Emma Marrone vola al cinema!

Emma Marrone guarda al futuro. La cantante salentina ha ottenuto uno straordinario successo con il suo ultimo album e ora sta pensando a nuo......

 

ascolta ora

Radio 105

Di Franco Bechis

Bechis e la profezia (da brividi) di Di Battista
e quella promessa di Di Maio

A fare campagna elettorale per il Movimento 5 stelle a Quarto andò tutto il direttorio. Qualcuno fu perfino profetico. Come Alessandro Di Battista, che salito sul palco con Rosa Capuozzo il 5 giugno, si trovò alle spalle proprio Giovanni de Robbio, il consigliere che poi avrebbe dato scandalo. A Diba, che evidentemente vide lungo, sfuggì una mezza profezia. "Crediamo che scendere a patti con il malaffare sia l'autodistruzione di un movimento che si basa sull'onestà... Questo non significa che mai e poi mai qualcuno di noi non possa essere pizzicato con le mani nella marmellata... Siamo esser umani...". E aggiunse: "Poi capiterà che prima o poi ahimè ci sarà anche qualcuno che farà qualcosa di sbagliato anche all'interno del Movimento 5 stelle... Vi assicuro che non sto mettendo le mani avanti, eh?".
Pochi giorni prima (il 25 maggio), a Quarto era venuto Luigi Di Maio. E si era lanciato in una promessa che poi i fatti avrebbero svelato assai fragile: "Noi- e quando dico noi dico noi parlamentari italiani, europei, i consiglieri regionali che saranno eletti- saremo gli angeli custodi di Rosa Capuozzo...". A quel punto arrivò un segno inequivoco: alla parola "angeli custodi", il microfono si ribellò, e con un rumoraccio interruppe Di Maio. Ma lui non si fermò: "... noi dobbiamo fare totale quadrato intorno a questa realtà...", e ancora "questo gruppo ha avuto il coraggio di affermare innanzitutto il principio di legalità già nella fase della presentazione delle liste...". E il microfono riborbottò... Ma il segno evidentemente non è stato colto...

Franco Bechis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • saltimbanco

    17 Gennaio 2016 - 09:09

    Dalla storia di Quarto emerge una realtà che accomuna tutti i politici in carriera, senza distinzione di colore politico, difatti il trio meraviglie Di Maio, Fico e DI Battista ha dimostrato di aver appreso velocemente l'arte di mentire tipica dei politici di carriera.............Grillo che giudica tutto e tutto dimenticando di avere tre persone sulla coscienza...................

    Report

    Rispondi