Cerca

News da Radio 105

Emma Marrone vola al cinema!

Emma Marrone vola al cinema!

Emma Marrone guarda al futuro. La cantante salentina ha ottenuto uno straordinario successo con il suo ultimo album e ora sta pensando a nuo......

 

ascolta ora

Radio 105

California

San Bernardino, parla la sorella del terrorista: "Non so se potrò mai perdonarlo"

"Non sapevo nulla dei suoi piani e non so se potrò mai perdonarlo". Sono le parole di Saira Khan, la sorella di Syed Farook, uno degli autori della sparatoria avvenuta a San Bernardino, in California, nella quale sono morte 14 persone. La donna ha deciso di parlare insieme al marito, Farhan Khan ed entrambi sono apparsi visibilmente commossi. "Non potrò mai perdonarlo - ha detto il cognato - per quello che ha fatto alla sua famiglia, a tutti quegli innocenti e a sua figlia". Syed Farook, 28 anni, e la moglie, Tashfeen Malik, 27, anche lei coinvolta nella strage, lasciano infatti una bambina di 6 mesi. In questi giorni, racconta oggi la sorella, "mi sono fatta tante domande. Mi chiedo cosa sarebbe successo se lo avessi chiamato quella mattina o la sera prima...se avessi capito qualcosa dei suoi piani forse avrei potuto fermarlo". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcolelli3000

    07 Dicembre 2015 - 20:08

    e infatti le cose stanno venendo fuori: la madre, il padre e la sorella sapevano , eccome se sapevano.

    Report

    Rispondi

  • corto lirazza

    07 Dicembre 2015 - 10:10

    la fanciulla ha le idee chiare! complimenti

    Report

    Rispondi

  • mapagolio

    06 Dicembre 2015 - 09:09

    Balle sono dei bugiardi,e' scritto nel corano .

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    05 Dicembre 2015 - 16:04

    ma non spari ca$$ate che non ci crede nessuno. tutti sapevano. impossibile che questa non sapesse . I vicini si erano accorti del viavai di mussulmani, ma chi pratica quella religione sa benissimo riconoscere i segnali che erano evidenti. I vicini magari non potevano connettere le cose ma nelle moschee tutti sapevano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti