Cerca

L'attacco brutale

Roma, raid dei Casamonica: donna disabile e barista presi a cinghiate e picchiati a sangue

7 Maggio 2018

2

Due membri del clan Casamonica, Antonio e il cugino Alfredo Di Silvio, hanno picchiato brutalmente una donna disabile e il proprietario di un bar lo scorso primo aprile, a Pasqua. Come si vede in un video, i due si sono scagliati contro la donna, frustandola con una cintura, e contro l'uomo, preso a calci e pugni, perché non sarebbero stati serviti per primi una volta entrati nel locale.  

Dopo aver distrutto il locale, i due sono andati via. Poco dopo è tornato Di Silvio con suo fratello per minacciare il barista: "Qui comandiamo noi, non te lo scordare: questa zona è nostra. Ora questo bar lo devi chiudere, altrimenti sei morto". Nonostante la minaccia, il giovane barista rumeno ha trovato il coraggio di ribellarsi e ha denunciato i due malviventi. Non appena il clan ha saputo della querela il nonno dei Di Silvio si è presentato al locale e ha nuovamente minacciato il proprietario del bar: "Ritira immediatamente tutte le accuse o morirai". L'attività è rimasta chiusa per due giorni, ma la moglie del barista ha detto di non voler rinunciare ai sacrifici fatti e ha deciso di riaprire. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mab

    08 Maggio 2018 - 10:10

    Dobbiamo ringraziare politici,leggi e tribunali che a questi schifosi ratti di fogna fanno solamente delle carezze......

    Report

    Rispondi

  • ventotralemani

    ventotralemani

    07 Maggio 2018 - 17:05

    Figli di......Rom!

    Report

    Rispondi

ultime news