Cerca

Sinistro

Vauro, letterina ai naziskin di Como: "Bimbetti, non vi odio perché mi fate pena"

1 Dicembre 2017

4

"Bimbetti che giocano a fare la guerra". All'indomani del blitz dei naziskin veneti nel centro sociale di Como, Vauro Senesi abbandona la matita e prende la penna. Il suo commento, sul Fatto quotidiano, è violentissimo. "Non vi odio, e un po' me ne dispiaccio. Non vi odio perché mi fate pena. E la pena è peggiore dell'indifferenza e perfino dell'odio".

Il vignettista preferito da Michele Santoro, noto per le sue simpatie ultra-sinistra, considera gli esponenti di Veneto fronte skinheads diventati famosi per il loro blitz anti-immigrati in terra lombarda come "ragazzi ai quali è stato tolto il diritto di sognare, e cercano il sogno nell'incubo". Nessuna giustificazione, sia chiaro: "Le vostre azioni, i vostri simboli, le vostre parole non meritano altro che vergogna e ribrezzo". Poi via al pippotto sociologico: "Siete figli nostri. Figli del nostro opportunismo, delle nostre disillusioni, del nostro egoismo, del nostro disinteresse e dei nostri interessi, dei nostri silenzi e delle nostre idee svuotate di umanità". Nel dubbio, meglio randellarli a dovere.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • babbone

    01 Dicembre 2017 - 17:05

    A destra non sappiamo cosa è "odio" perché solamlente i comunisti odiano, in quanto esseri inferiori.

    Report

    Rispondi

  • Aldodueinvolo

    01 Dicembre 2017 - 16:04

    Poveretto, chi si crede di essere... vignettista, si x il resto meglio cambiare discorso.

    Report

    Rispondi

  • levantino

    01 Dicembre 2017 - 16:04

    Te ne accorgerai Vauro,di questi che tu chiami bimbettiche giocano alla guerra.Non se ne può più di questa sinistra.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news