Cerca

Vergogna

Gianni Alemanno, il blitz dei comunisti napoletani all'Autogrill: assedio e insulti. Lui: "Zecche rosse"

25 Novembre 2017

5

Vergogna contro Gianni Alemanno, in viaggio verso Roma per partecipare alla manifestazione contro la violenza sulle donne. Incrociato per caso all'autogrill Casilina da un'associazione napoletana, Napoli Direzione Opposta, è stato accolto con cori da stadio, insulti e provocazione. Il grubbo se ne vanta anche sulla pagina Facebook: "Abbiamo incontrato l'ex Sindaco di Roma Gianni Alemanno all'autogrill di Casilina mentre eravamo in viaggio verso la Manifestazione contro la violenza sulle Donne, da buoni napoletani/e non ci siamo fatte sfuggire l'occasione dirgli in faccia cosa pensiamo di lui, delle sue idee fasciste e dei disastri messi in campo con mafia capitale!". E ancora, scrivono: "Fuori i fascisti dalle città". Alemanno, come si vede nel video, affronta i napoletani a testa alta. Successivamente, su Twitter si è sfogato così:

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • realityman17m

    30 Novembre 2017 - 02:02

    L'UNICO PAESE AL MONDO DOVE ANCORA NON SI E RIUSCITI AD STERMINARE QUESTE ZECCHE ...CHE AL DIRLA BREVE ,NEMMENO SANNO COSE IL COMUNISMO. SE LO SAPESSERO DAVVERO SI SUICIDEREBBERO PER LA VERGOGNA DEI 120 MILIONI DI ESSERI UMANI UCCISI DALLA FOLLIA ROSSA.

    Report

    Rispondi

  • Elliott Oswald

    Elliott Oswald

    27 Novembre 2017 - 14:02

    Napoletani e comunisti.... La Feccia più schifosa d'Italia. Solo zecche parassite.

    Report

    Rispondi

  • kicner

    27 Novembre 2017 - 11:11

    diciamoci la verità, Alemanno è stata una sciagura per tutto il centrodestra.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news