Cerca

Un incubo infinito

Daniele Piervincenzi: "Temo per la mia famiglia". Dopo la testata, paura per le ritorsioni del clan Spada

22 Novembre 2017

11

"Ora temo ritorsioni degli Spada nei miei confronti e ho paura per la mia famiglia". Lo dichiara Daniele Piervincenzi, il giornalista che per la trasmissione Nemo, su Raidue, è andato a Ostia dove ha "rimediato" una testata sul naso da Roberto Spada. Piervincenzi ha parlato ai magistrati della Procura di Roma che indagano sulla aggressione subita da parte di Roberto Spada il 7 novembre scorso. Stralci del verbale dell'audizione del cronista sono presenti nella memoria che oggi, mercoledì 22 novembre, i pm hanno depositato davanti ai giudici del Riesame che dovranno decidere sulla richiesta di scarcerazione avanzata dai difensori di Spada.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • francoruggieri

    23 Novembre 2017 - 08:08

    Sostengo da tempo che ci vuole la pena di morte per i reati di mafia, di riduzione in schiavitù e di spaccio di droga, tutti fino al minimo partecipante: pusher, palo, autista. Sai quanto si libererebbero le carceri? E quanto staremo finalmente più tranquilli noi!

    Report

    Rispondi

  • EmmediEmme

    23 Novembre 2017 - 00:12

    ...cercava quello del formaggio è alla fine l'ha trovato .... gli sta bene...... quando si cercano rogne è proprio un peccato non trovarne...

    Report

    Rispondi

  • Campania-Nazione

    Campania-Nazione

    22 Novembre 2017 - 23:11

    Lo Stato italiano non esiste...esiste la Mafia che detta legge ! Se ti metti contro il VERO potere in Italia, fai la fine di Saviano e gli sfigati che si sono "pentiti" collaborando con uno "Stato-barzelletta" che con la Mafia ci mangia e ci fa affari...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news