Cerca

Da Milano a Roma

Vaccini, caos nelle scuole: bambina non in regola, i genitori No Vax chiamano i carabinieri

0

Momenti di tensione in una scuola dell'infanzia di via Goldoni a Milano questa mattina. Una coppia di genitori No vax ha cercato di far entrare il figlio non vaccinato. I due si sono anche rifiutati di firmare l'autocertificazione che prevede di mettersi in regola entro marzo, sostenendo: "Siamo obiettori, non li firmeremo mai". Sono quindi intervenuti i carabinieri del Radiomobile che non hanno potuto fare altro che attenersi alla norma che prevede di non consentire l'ingresso ai bambini non coperti. La preside dell'istituto - stando a quanto appreso - ha quindi stilato un verbale per descrivere il fatto e giustificare il rifiuto in riferimento alla norma, con l'intenzione di inviarlo all'assessorato regionale. La coppia ha quindi evocato la possibilità di ricorrere al Tar. 

Caso analogo a Latisana (Udine), dove una mamma ha portato la figlia all'asilo senza i documenti della vaccinazione e, richiamata dai dirigenti della scuola perché non in regola con i documenti previsti dalla legge sull'obbligo dei vaccini, ha chiamato le forze dell'ordine. La donna ha confermato di non avere il documento richiesto e di non essere intenzionata a produrlo, contestando nello specifico le righe finali del documento dove si precisa che i dati forniti "saranno trattati dal personale scolastico, docente e non docente". La bimba è stata ammessa con riserva solo per un giorno.

A Roma, invece, Donatella Gentilini, preside dell'Istituto comprensivo di via Aretusa, ha annunciato: "Su 263 alunni, in 97 non erano in regola con la documentazione sulle vaccinazioni. Buona parte l'ha regolarizzata in mattinata. Alcuni bambini, però, li abbiamo dovuti rimandare a casa invitandoli a tornare domani con l'autocertificazione. Parliamo di pochi casi, forse una decina".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news