Cerca

La prova dell'accusa

Firenze, le studentesse americane hanno girato un video dello stupro: il grido "Bastardi" ai carabinieri

12

Non c'è solo una foto dei carabinieri: una delle due studentesse americane è riuscita anche a girare un breve video con il suo telefonino durante lo stupro di cui sono accusati i due agenti di Firenze. Pochi secondi, spiega il Quotidiano nazionale, girati nell'ingresso del palazzo di Borgo Santi Apostoli dove le due giovani vivevano con altre due connazionali e dove hanno denunciato di essere state aggredite. Si vedono parte del corpo di un carabiniere, l'uniforme, la fondina della pistola. E soprattutto si sente un grido in inglese: "Bastard, bastard", bastardo. Sarebbe questo un ulteriore elemento utile all'accusa per incastrare i due accusati. Agli inquirenti, l'americana ha detto chiaro e tondo, poche ore dopo la violenza: "Se lo vedo, lo riconosco". Questa la sua versione dei fatti: "Appena dentro, nel palazzo, ci sono saltati addosso. Io non ho urlato perché ho avuto paura delle armi". Mentre lei, 21 anni, veniva aggredita sul ballatoio del terzo piano, l'amica 20enne sarebbe stata abusata nell'ascensore. La più giovane non era nemmeno in grado di reggersi in piedi, dopo la notte alcolica in discoteca.

Il 40enne carabiniere che ha deciso di parlare agli inquirenti ha invece fornito un'altra versione: niente stupro, ma "solo" sesso consenziente: "Sono stato trascinato", ha spiegato ammettendo quello che però a oggi sembra una cosa ben più grave di uno sbandamento. Ora si dice "devastato", consapevole di "aver fatto una cosa inqualificabile" e certo che se potesse tornare indietro non lo rifarebbe. A sua parziale discolpa ha assicurato: "Non mi sono accorto che era ubriaca". Forse oggi sarà ascoltato anche l'altro carabiniere, il più giovane dei due.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lucianodarby52

    11 Settembre 2017 - 14:02

    Carabinieri stupidi e bischeri ma ragazze "bevute e drogate" con polizza assicutaiva alseguito, telefonini per immortale l'atto e biglietto da visita da dare allo stupratore . Certo pensando ai casi di cui si legge questa è stata una stuprata................

    Report

    Rispondi

  • himme

    11 Settembre 2017 - 13:01

    Diversi anni fa a Roma nel parco di Vejo due carabinieri incuranti dei vincoli realizzarono due ville totalmente abusive, per fare questo non esitarono a mandare in galera un vigile che ostacolava i loro piani, questo non significa che si debba fare di un erba un fascio, ma dopo i casi Cucchi le erbe cominciano ad aumentare un po troppo

    Report

    Rispondi

  • frankie stein

    11 Settembre 2017 - 12:12

    Vi vedo ammosciatelli, liberonzi...Finita la dissertazione sulle studentesse allupate che vogliono incassare il premio della prima assicurazione 'antistupro' della galassia addirittura con le divise, per sbrigarsi prima? Quattro palline mosce e quattrocento ammosciate...sempre (eufemisticamente) palline sono!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news