Cerca

L'alluvione e il disastro

Livorno, la bomba d'acqua mortale. Nogarin: "Il meteo non l'aveva previsto"

7

"A Livorno avevamo uno stato d'allerta arancione, non potevamo prevedere quello che è successo". Il sindaco Filippo Nogarin punta il dito contro la Protezione civile e le autorità regionali toscane per descrivere l'alluvione che ha messo in ginocchio la sua città, provocando 5 morti e due dispersi. Circa 400 millimetri d'acqua piovuta in 4 ore, la stessa quantità di pioggi che si verifica in genere in tre mesi. "Una bomba d'acqua - sintetizza il sindaco su Twitter - più intensa di quanto lasciava presagire l'allerta meteo"


"Nulla del genere era mai accaduto a Livorno. In due ore, tra le 2 e le 4 di stanotte, si sono riversati sulla città 250 mm di pioggia, che hanno gonfiato i torrenti provocando esondazioni e allagamenti. Abbiamo chiesto lo stato di calamità e in questi minuti stanno arrivando in città 100 uomini della protezione civile regionale, e non solo", ha proseguito Nogarin, eletto con il Movimento 5 Stelle. "In una situazione drammatica e delicata come questa voglio dare solo dati certi: le vittime per il momento sono 5, mentre stiamo cercando altre due persone che risultano disperse - ha aggiunto Nogarin -. I vigili del fuoco in queste ore hanno ricevuto oltre 200 richieste di intervento e una colonna mobile della Protezione civile nazionale è in arrivo al Modigliani Forum per il supporto tecnico necessario".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • colombinitullo

    11 Settembre 2017 - 10:10

    cominciano a defilarsi poi si scoprirà che tutti i canali erano intasati

    Report

    Rispondi

  • metamenti

    11 Settembre 2017 - 10:10

    Mi dispiace per Nogarin ma poteva risparmiarsela. Un tecnico sa benissimo che gli strumenti danno dati approssimativi. Dovrebbe piuttosto consultare Google Maps e sapere che in quel punto c'è un torrente secco pronto a riempirsi. Detto questo è vero che i politici sono responsabili ma le colpe dei dissesti vanno condivise con i cittadini che pretendono di avere autorizzazioni per costruire.

    Report

    Rispondi

  • umberto2312

    11 Settembre 2017 - 10:10

    Coe gli imbecilli contano sulle previsioni! E anche se le avessero avute giuste , cosa avrebbero fatto?Una minchia!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news