Cerca

Sfacciato

Guerlin Butungu, quando il capobranco dello stupro di Rimini diceva su Facebook: "Siamo tutti fratelli"

5

Lui è Guerlin Butungu, l'ultimo arrestato per gli stupri di Rimini. Ventenne congolese, è considerato il capobranco. E sulla sua pagina Facebook (oltre ad altre curiosità), si trova anche questo video. Eccolo sorridende e canticchiante, con le cuffie nelle orecchie, lanciare il messaggio: "Siamo tutti fratelli?". Anche la ragazza polacca e la transessuale che avrebbe stuprato a Rimini, dunque?

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Leopard47

    04 Settembre 2017 - 09:09

    Foglio di via al suo paese con 20anni di carcere. Fine del problema per noi.

    Report

    Rispondi

  • Napolionesta

    04 Settembre 2017 - 09:09

    verme bastardo!!!

    Report

    Rispondi

  • marcadabollo

    03 Settembre 2017 - 22:10

    Castratelo in pubblica piazza. Oppure legatelo a due elefanti...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news