Cerca

Caos italiano

Immigrazione, 54 nordafricani sbarcano a Linosa: non è Sicilia, cercano di scappare

16

Una storia tra il drammatico e il rocambolesco, specchio perfetto del caos-immigrazione in Italia. Come riferisce il Fatto quotidiano, domenica mattina 54 migranti, quasi tutti tunisini, sono sbarcati a Linosa. Hanno fatto tutto da soli, con imbarcazioni di fortuna. Pensavano però di essere arrivati direttamente in Sicilia, e quando si sono accorti che non era così hanno cercato di darsi alla macchia. Tutto inutile: i 4 carabinieri in servizio nella minuscola isola del Mediterraneo (distante 24 miglia da Lampedusa, mezz'ora di navigazione, e 95 da Porto Empedocle) li hanno subito rintracciati. Rimpatrio? Assolutamente no: hanno trascorso la giornata bivaccando tra turisti e locali, in attesa che dalla Capitaneria di Porto di Agrigento inviassero la Guardia Costiera a prelevarli e portarli in Sicilia. A Linosa, infatti, mancano strutture adatte ad ospitare migranti dopo che un centro accoglienza era stato bruciato alcuni anni fa dagli "ospiti".  "Abbiamo allertato la prefettura di Agrigento, che è l'organo competente - spiega al Fatto il sindaco di Linosa, Totò Martello -: le motovedette, però, sono ferme in porto. Non si capisce perché non vadano a recuperarli". Una motovedetta ha raggiunto l'isola e poi si è allontanata senza imbarcare migranti, in mancanza di "ordini espliciti". Nell'attesa un ristoratore del luogo ha fornito cibo e acqua ai nordafricani.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • FAUSTOMASS

    18 Settembre 2017 - 15:03

    tunisini -algerini-marocchini- egiziani-non rientrano nella categoria richiedenti asilo quindi dovrebbero essere immediatamente espulsi e rimandati al loro paese. a cosa serve avere la guardia costiera se poi questa non controlla le nostre coste a cosa serve ? occorre fare i respingimenti in mare non riportarli a casa nostra. impediamo l'attracco nei nostri porti alle ONG complici degli scafisti

    Report

    Rispondi

  • wall

    29 Agosto 2017 - 13:01

    ..Ma dove sono ,i controlli delle coste italiane? Governo "faciloni" mettete le navi militari alle frontiere marittime,e non a disposizione delle vostre politiche di invasione,della nostra Italia,liberata dallo straniero,dai nosti padri e i nostri nonni!! Storia d'Italia, e non storia e non storia di politiche comuniste,per la colonizzazione dell' italia,da tribù africane e tribù da tutto il mond

    Report

    Rispondi

  • grandisde

    grandisde

    28 Agosto 2017 - 20:08

    Vanno rispediti tutti a casa ! Non hanno nessun diritto di rimanere in Italia, e non abbiamo nessun dovere verso di loro. In Tunisia non c'è nessuna guerra. Talvolta i tunisini sparano ai nostri pescherecci o li sequestrano pretendendo un riscatto. E noi dobbiamo tenerceli e mantenerli ! Ma in che Stato siamo ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news