Cerca

La verità scientifica

Pro vaccini o No Vax? ecco tutte le bufale che girano sul web

0

La questione dei vaccini è diventata ormai una vera e propria battaglia tra pro-vaccini e No Vax. Non tiriamo in ballo la politica, perché quando si parla di sanità sono solo i medici che si devono esprimere. Purtroppo Internet non aiuta, dando diffusione a tante bufale. Ecco le più diffuse.

FALSO: I vaccini possono causare l'autismo. Lo ha certificato l'Organizzazione Mondiale della Sanità che ha stabilito che non esiste nessun legame tra vaccini e autismo.

FALSO: I vaccini contengono sostanze tossiche come il mercurio. L’uso di conservanti a base di mercurio (timerosal) è stato completamente abbandonato già nel 2002. Oltre al principio attivo, nei vaccini sono presenti stabilizzanti come albumina e gelatina e antibiotici, utilizzati in dosi molto basse, per prevenire la crescita batterica

FALSO: Malattie come polio e difterite erano già scomparse prima dell'introduzione del vaccino. L’ultima epidemia di poliomielite in Europa si è verificata nel 1992 proprio in una comunità olandese che rifiuta le vaccinazioni. Casi di difterite sono stati registrati l'anno scorso in Nord Europa “portati” da rifugiati provenienti da Paesi con sistemi sanitari inefficienti.

FALSO: I 10 vaccini obbligatori verranno somministrati in un'unica soluzione I 10 vaccini obbligatori non verranno somministrati in un'unica soluzione ma nei limiti e secondo le specifiche indicazioni contenute nel Calendario vaccinale nazionale relativo alle diverse fasce d'età. In ogni caso, l’evidenza scientifica indica che la somministrazione contemporanea di diversi vaccini non ha alcun effetto avverso sul sistema immunitario del bambino

FALSO: Ad oggi non ci sono studi scientifici sui vaccini. Gli studi italiani e internazionali che certificano la sicurezza dei vaccini sono decine. Recentemente un Documento della Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri ha sancito che "I vaccini sono tra i farmaci più severamente controllati e garantiti riguardo ai profili di sicurezza, proprio perché predisposti per la somministrazione di massa a popolazioni sane o potenzialmente fragili come i neonati e gli anziani"

A questo punto perché continuare a trattare il tema dei vaccini sull'asse politico e fomentare false informazioni? Sicuramente una domanda  da porre alla classe politica è: perché non inserire nel piano vaccinazione anche obbligo per gli extracomunitari che arrivano nel nostro paese?

VERO: Lo studio sulla relazione tra vaccini e autismo è un falso. Lo studio del 1998 che riportava il legame è stato dimostrato fraudolento e l’autore, Andrew Jeremy Wakefield, è stato radiato dall’albo dei medici del Regno Unito.

VERO: esiste l'immunità di gregge, è una forma di protezione indiretta che si verifica quando la vaccinazione di una parte significativa di una popolazione finisce con il fornire una tutela anche agli individui che non hanno sviluppato direttamente l'immunità interrompendo così la catena dell'infezione

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news