Cerca

La decisione del giudice

Cucchi, cinque carabinieri vanno a processo. Nuova inchiesta, accusa-choc

2

Andranno a processo i cinque carabinieri accusati nell'inchiesta bis sulla morte di Stefano Cucchi e tre di loro (Alessio Di Bernardo, Raffaele D'Alessandro e Francesco Tedesco) dovranno difendersi dall'accusa di omicidio preterintenzionale. Lo ha deciso la gup Cinzia Parasporo nell'udienza preliminareche ha fissato al 13 ottobre la prima data del processo ai militari.

Tedesco risponde anche di falso nella compilazione del verbale di arresto di Cucchi e calunnia insieme al maresciallo Roberto Mandolini, all'epoca dei fatti a capo della stazione Appia, dove venne eseguito l'arresto. Vincenzo Nicolardi è accusato di calunnia con gli altri due, nei confronti degli agenti di polizia penitenziaria che vennero accusati nel corso della prima inchiesta sul caso.

"Finalmente i responsabili della morte di mio fratello, le stesse persone che per otto anni si sono nascoste dietro le loro divise, saranno chiamati a rispondere di quanto commesso", ha commentato Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, alla notizia del rinvio a giudizio.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • oldpeterjazz

    oldpeterjazz

    11 Luglio 2017 - 10:10

    Ancora con questo Cucchi ??? Madonna mia..., che rottura di cog.... !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • marcello1961

    11 Luglio 2017 - 09:09

    Se qualcuno ha sbagliato deve pagare, carabiniere o no. Non si può ammazzare un ragazzo solo perché piccolo spacciatore! Anche se odio la droga che, insieme all'alcool, contribuisce al rimbambimento generale dei nostri giovani. Ma è stata la politica negli anni a trascurare il problema. Anzi, in molti casi, la sinistra ne ha fatto la bandiera!

    Report

    Rispondi

ultime news