Cerca

Un nome. una profezia

Terrorismo, arrestato a Bari un ceceno di 38 anni affiliato all'Isis: reclutava jihadisti

0

Un ceceno di 38 anni è stato arrestato dalla polizia di Bari con l’accusa di associazione con finalità di terrorismo internazionale e istigazione a commettere atti di terrorismo. L’uomo, sospettato di essere un foreign fighter legato all’Isis, secondo evidenze di indagine avrebbe fatto parte del commando di jihadisti aderenti al gruppo terroristico “Emirato del Caucaso”. Nell'ambito della stessa operazione, sono stati espulsi per motivi di sicurezza nazionale due fratelli albanesi di 26 e 23 anni residenti a Potenza e una donna russa 49enne di Napoli. A dare una patina grottesca a una vicenda inquietante, c'è il nome del presunto terrorista arrestato, Eli Bombataliev: un nome che pare quasi una profezia, una missione. 

Il terrorista svolgeva il ruolo di imam in un centro culturale di Foggia, dove si spendeva in un costante lavoro di indottrinamento per reclutare combattenti. Bombataliev ha partecipato nella notte tra il 3 e il 4 dicembre del 2014 all'attacco alla casa della stampa a Grozny, in Cecenia e ha combattuto in Siria nell’Isis tra il 2014 e il 2015, passando dalla Turchia. Quindi si è trasferito in Italia, pur facendo la spola con il Belgio.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news