Cerca

Terrore al bancone

"Siamo israeliani, non puoi": vende accendini con la faccia di Hitler, in 5 assaltano un tabaccaio a Jesolo

5

Gli hanno assalito il negozio perché vendeva accendini con la foto di Hitler. Se l'è vista brutta Riccardo Ferrazzo, giovane titolare di una tabaccheria a Jesolo (Venezia), aggredito da cinque turisti israeliani, tra i 25 e i 50 anni. Secondo la ricostruzione del proprietario, uno era già nel negozio quando ha poi chiamato gli amici e il gruppo si è avvicinato al bancone: "We are from Israel", hanno detto in inglese, "you can't have these" (non puoi avere questi). Offesi e con fare minaccioso, hanno iniziato a urlare. "Ho detto loro che erano accendini in libera vendita ovunque in Italia - spiega Ferrazzo al Nuova Venezia - che ne avevamo anche di altri, con l'effige di Stalin piuttosto che Che Guevara, senza fare alcuna distinzione politica o ideologica, ma non c'è stato nulla da fare". Prima gli uomini hanno gettato a terra gli accendini e poi hanno iniziato a imprecare prima di salire a bordo di una Peugeot 208 con targa francese. Il sospetto è che i 5 non fossero davvero israeliani, ma semplici provocatori con l'intento di depistare eventuali successive indagini.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • levantino

    22 Aprile 2017 - 10:10

    Forse con un'altra faccia andava bene? Il tabaccaio li ha comperati così. Con chi li ha fatti dovevano prendersela. E' che tutti in Italia hanno qualcosa da ridire. Perché gli è permesso. Le regole non le osserva nessuno. Provino a dirlo in una qualsiasi nazione che si rispetti,quale faccia mettere.

    Report

    Rispondi

  • Horaf

    21 Aprile 2017 - 10:10

    Fossi ebreo avrei fatto la stessa cosa

    Report

    Rispondi

  • Karl Oscar

    21 Aprile 2017 - 10:10

    preferiscono accendini palestinesi ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news