Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Il commento del direttore

Feltri e il poliziotto morto d'infarto. L'accusa: "Di chi è la colpa" / Video

Diego Turra, il poliziotto morto d'infarto a Ventimiglia nel corso della manifestazione pro-immigrati No Borders, aveva 53 anni e tendeva all'obesità. "Non era perfettamente in forma e idoneo per un servizio così impegnativo come quello a cui era stato comandato", spiega Vittorio Feltri in un video-commento. Il direttore aggiunge che "non è strano che possa essere morto d'infarto, sottoposto a sforzi che il suo corpo evidentemente non era in grado di sopportare". Dunque, "non vedo nessun motivo di polemica se non nei confronti dei vertici di polizia, e un po' anche nei confronti del governo, che non possono utilizzare gli uomini così, a capocchia". Il direttore insomma lancia la sua accusa a chi tratta gli uomini "come se fossero delle macchine". Feltri conclude con un appello: "Invitiamo i vertici della polizia a considerare gli uomini per quello che sono: persone, individui, che meritano rispetto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • burago426

    09 Agosto 2016 - 09:09

    il bastone e la carota. Comunque chiuderlo in un ufficio sempre seduto sarebbe stato peggio per uno che soffriva di cuore. Ci va movimento, non eccessivo, ma movimento.

    Report

    Rispondi

  • Piranhaottavo

    09 Agosto 2016 - 08:08

    Già . .le visite mediche di controlllo ! Mettono in pericolo un uomo " malato " in prima linea che non può sottastare a stress da prima linea ! Sono conforme alla tesi di Feltri !

    Report

    Rispondi