Cerca

Crimini di guerra

Aja, suicidio in diretta in tribunale: il croato Praljak beve veleno davanti al giudice e muore

29 Novembre 2017

4

È  morto Slobodan Praljak, il leader croato-bosniaco che ha ingerito veleno in aula durante il processo a suo carico nel Tribunale penale internazionale per i crimini di guerra nella ex Jugoslavia a L'Aja. Lo riferisce la televisione di stato croata HRT. 

Praljak, 72 anni, ha bruscamente interrotto la lettura della sentenza che lo ha visto condannato in Appello a 20 anni di carcere, confermando la sentenza di primo grado. "Slobodan Praljak non è un criminale di guerra. Respingo la sentenza con disprezzo", ha urlato l'uomo, svitando una bottiglietta che aveva portato con sé in aula e bevendo il liquido che conteneva. Al momento del suo intervento, il giudizio definitivo riguardante alcuni dei 22 capi di imputazione - costati agli imputati nella sentenza precedente 25 anni di carcere - doveva ancora essere  reso noto dalla corte, che ha sospeso ed aggiornato i lavori.

I leader croato-bosniaci Jadranko Prlic, 58, Praljak, Bruno StojicMilivoj Petkovic, Valentin Coric e Berislav Pusic erano stati condannati in prima istanza nel 2013. In appello alcune sentenze sono state capovolte. Quello di oggi era l'ultimo pronunciamento del tribunale dopo 24 anni di lavoro. I casi ancora aperti, ivi compresi gli appelli nei processi per genocidio di Radovan Karadzic e Ratko Mladic, verranno gestiti dal Meccanismo Onu per i Tribunali Penali Internazionali (MICT).

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fausta73

    30 Novembre 2017 - 09:09

    Se è colpevole avrebbe fatto meglio ad avvelenarsi prima di compiere dei crimini

    Report

    Rispondi

  • the voice of italy

    30 Novembre 2017 - 05:05

    Questo è il tribunale dei vincitori condannano il più delle volte senza prove è uno schifo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • realityman17m

    30 Novembre 2017 - 01:01

    MA SE QUESTI PERSONAGGI VENGONO PROCESSATI PERCHE CONSIDERATI CRIMINALI....PERCHE NON VIENE PERSEGUITO IL GOVERNO GOLPISTA ITALIANO VOLUTO DALLA "BELVA COMUNISTA" NAPOLETANO, GOVERNO CHE HA INDOTTO AL SUICIDIO DI MASSA DI PIU DI 500 ARTIGIANI E NON.PERCHE DA NAPOLETANO A MONTI, RENZI.CHE DI FATTO HANNO IMPOSTOLA SOSTITUZIONE ETNICA DEGLI ITALIANI...PERCHE NON VENGONO GIUDICATI ?????

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news