Cerca

L'attentato

Nigeria, la strage in chiesa durante la messa: sparano coi mitra, 12 morti

0

La messa del mattino si è tramutata in un bagno di sangue all'interno di una chiesa cattolica in Nigeria, nello Stato di Anambra. Uomini armati e con il volto coperto hanno fatto irruzione nella chiesa di St Philip a Ozubulu, e hanno aperto il fuoco: il bilancio, provvisorio, sarebbe di 12 morti secondo fonti sanitarie, ma salirebbe addirittura a 50 secondo fonti locali 

Il commando armato ha fatto irruzione all'alba, intorno alle sei, quando era in corso il primo servizio domenicale. Testimoni hanno riferito che gli uomini armati cercavano una persona specifica (secondo una fonte, un "signore della droga", che avevano prima cercato a casa dove gli era stato detto che era andato in Chiesa): quando lo hanno individuato gli hanno
sparato ma poi hanno aperto il fuoco in maniera indiscriminata "anche sugli altri fedeli, che erano un centinaio".

Il commissario di polizia dello Stato, Garba Umar, che ha ispezionato l'area dopo la strage ha riferito di 8 fedeli morti
all'interno della chiesa, mentre altri 3 sono deceduti successivamente. Il bilancio però, come detto, è molto più pesante. Secondo il commissario, il commando non è arrivato da un altro Stato e la sparatoria è il frutto di scontri tra comunità
locali. Illeso il sacerdote che celebrava la messa. Le forze di sicurezza hanno isolato l'area dove il governatore dello Stato, Willie Obiano, si è recato in visita rivolgendo un appello alla calma. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news