Cerca

Apocalisse nucleare

Kim Jong-un, la mossa fatale: "Testato il primo missile intercontinentale", dichiarazione di guerra agli Usa

1

Il nuovo passo di Kim Jong-un potrebbe essere quello fatale: la Corea del Nord ha annunciato di aver testato con successo un missile balistico intercontinentale, affermando di poter colpire qualsiasi punto nel mondo. Il missile Hwasong-14, ha dichiarato la tv statale, ha raggiunto una altitudine di 2.802 chilometri e colpito il suo obiettivo con precisione dopo aver volato per 39 minuti. Di fatto, è la prima volta che il regime di Pyongyang riesce a testare un'arma che potrebbe colpire gli Stati Uniti, obiettivo dichiarato del dittatore. Una folle accelerazione militare che potrebbe portare Washington a una reazione violenta, proprio nelle ore in cui la nave da guerra americana Stethem è entrata nelle acque territoriali della Cina per mandare un "segnale" a Pechino, giudicata troppo morbida nelle sue politiche contro la Corea del Nord. Yoshihide Suga, portavoce del governo del Giappone, ha rivelato che il razzo è precipitato nella propria zona economica. Il primo ministro giapponese Shinzo Abe considera quest'ultimo test missilistico "inaccettabile", perché "mostra chiaramente che la minaccia della Corea è matura". Il test arriva a pochi giorni dall'incontro tra il presidente della Corea del Sud, Moon Jae-in, e il presidente Trump alla Casa Bianca dove si è discusso della minaccia del regime nordcoreano.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • himme

    04 Luglio 2017 - 11:11

    Il missile è vulnerabile solo nella farse della partenza, a patto che si conosca dove è dislocato,nel caso la Corea del Nord, nonostante sia sorvolata 24h su 24 dai satelliti ultra sofisticati USA,questi ultimi non sono stati in grado di rilevare una cippa,per cui il prezzolato può fare il muso duro tutte le volte che vuole, se per ipotesi dalla Corea partano in contemporanea 30 missili, non ce te

    Report

    Rispondi

ultime news