Cerca

brutalizzato

Mosca, bambino di 10 maltrattato dagli agenti di Putin

0

È stato fermato dalla polizia Oscar Skavrovski, il bambino che recitava poesie davanti al Vecchi Arbat, la storica via degli artisti in centro a Mosca. Il 26 maggio tre agenti di polizia si sono avvicinati al piccolo Oscar e hanno iniziato a strattonarlo, poi l'hanno preso per il collo e l'hanno trascinato verso la loro macchina, accusandolo di mendicare. La matrigna Cristina ha provato inutilmente a intervenire, ma i poliziotti li hanno portati entrambi in questura. 

Il bambino, che aveva iniziato a recitare su consiglio del logopedista per curare diversi problemi di pronuncia, è stato assistito legalmente da Anatolij Kucherena, che segue, fra gli altri, Edward Snowden, l'inviato dello Nsa-gate fuggito in Russia. L'avvocato ha ottenuto la promessa di accertamenti da parte della Commissione d'inchiesta di Mosca, inoltre da parte della polizia arriveranno delle scuse per "trattamento sconveniente". Il padre Elias e la moglie Cristina, invece, rimarranno sotto accusa: il primo per non aver adempiuto ai suoi doveri genitoriali e la seconda per aver aggredito gli agenti.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news