Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

La protesta

Brexit, per la Scozia ha vinto il razzismo: ora vogliono l'indipendenza

Centinaia di persone hanno protestato in Scozia dopo il referendum sulla Brexit, scendendo nelle strade di Edinburgo e Glasgow per mostrare sostegno ai migranti e contro il "torrente di razzismo" che dicono abbia segnato la campagna referendaria. A Edinburgo i dimostranti si sono radunati fuori dal Parlamento scozzese, mentre a Glasgow in George Square. Una dichiarazione online che promuoveva il corteo ha spiegato: "Sfacciato e incontrollato razzismo e iperbole xenofoba hanno dominato l'intera campagna, con l'immigrazione definita problema o crisi, con la bigotteria alimentata contro i migranti e con i cittadini europei che vivono qui cui è stata negata sistematicamente la possibilità di parlare". Le manifestazioni si sono svolte ore dopo che la prima ministra scozzese, Nicola Sturgeon, ha invocato un secondo referendum sull'indipendenza e lo ha definito "altamente probabile".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    27 Giugno 2016 - 12:12

    L'Unione Europea è un'entita' tiranna come l'Italia quando ha invaso la Borbonia riducendola a Colonia del centro-nord !

    Report

    Rispondi

  • robylella

    26 Giugno 2016 - 13:01

    Gli scozzesi sono solo dei taccagni, tirchi ed avidi sudditi dell'UE. Piangono soltanto perchè non riceveranno più i sussidi. Questa è l'unica ragione per cui hanno votato di rimanere nell'unione degli arroganti despoti succubi della finanza e della Germania.

    Report

    Rispondi