Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Accogliere l'islam

Ungheria, l'inquietante coro dei migranti contro la polizia: "Allah hu Akbar"

Nuova giornata di scontri e tensione in Ungheria, al confine con la Serbia. Circa 1.500 migranti hanno tentato di abbattere le barriere di filo spinato a Horgos per entrare nel Paese e da lì recarsi in Austria e Germania. Alle pietre lanciate dagli immigrati i poliziotti e i militari dell'esercito hanno risposto con lacrimogeni e cannoni ad acqua. Particolare inquietante: tra i migranti provenienti dalla Siria e dal Medio Oriente si sono alzati cori "Allah hu Akbar", il minaccioso slogan religioso che contraddistingue il fondamentalismo islamico, guerriglieri dell'Isis compresi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    03 Ottobre 2015 - 19:07

    Gas Nervino e via...Europa senzapalle ! Adda veni' o' baffone---

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    18 Settembre 2015 - 09:09

    esattamente come aveva previsto Oriana Fallaci.

    Report

    Rispondi

  • nannigazza

    17 Settembre 2015 - 12:12

    mah....se tutti li lasciano fare !!!! io personelmente ordinerei di accoglierli con mitragliate all'altezza delle gambe e sicuramente finirebbe l'invasione di questa gentaglia

    Report

    Rispondi

    • Laracia

      17 Settembre 2015 - 22:10

      Sei un po' duro ma tutto sommato sto con te.

      Report

      Rispondi

  • Gios78

    17 Settembre 2015 - 11:11

    Quella frase la ripetono come un mantra quando tagliano la testa alla gente ed è la professione di fede islamica. La polizia ungherese è troppo morbida ma confido che presto, al posto di quel ridicolo spray, facciano volare pallottole di mitragliatrice pesante.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti