Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Emergenza

Macedonia, Medici Senza Frontiere: 10 migranti feriti dalle granate sul confine con la Grecia

Medici Senza Frontiere è attiva sul confine greco macedone dopo le tensioni scoppiate a seguito della dichiarazione, da parte della Macedonia, dello Stato di Emergenza, nelle due regioni di frontiera nel nord e nel sud del Paese, al confine rispettivamente con Serbia e Grecia. Nelle ultime ore 10 persone sono state curate per ferite causate dalle schegge delle granate assordanti utilizzate per disperdere la folla. Nella giornata di giovedì sono state trattate più di 100 persone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • infobbdream@gmail.com

    infobbdream

    25 Agosto 2015 - 16:04

    speriamo che i medici di senza frontiere si impestino di malattie incurabili, più ne crepano, meno idioti restano e meglio è per tutti.

    Report

    Rispondi

  • zhoe248

    22 Agosto 2015 - 15:03

    .....e a chi obietta sulla responsabilità a non "soccorrerli" rispondo che la responsabilità è unicamente di chi si mette su quei barconi, gommoni o zattere, facendolo a proprio rischio e pericolo. Non si può scaricarla su altri. E cambiassero numero telefonico alla guardia costiera!

    Report

    Rispondi

    • zhoe248

      22 Agosto 2015 - 16:04

      la prima parte del post è saltata, dicevo che bisogna non rispondere alle chiamate e ritirare tutte le navi dalla zona. Quando non vedranno arrivare nessuno a rimorchiarli se ne torneranno indietro, la costa libica è a pochi km. molto più vicina a quella italiana. Dopo due o tre tentativi rinunceranno.Provare almeno.

      Report

      Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    22 Agosto 2015 - 11:11

    Complimenti ai medici senza frontiere. Più che senza frontiere direi che siete medici senza materia grigia. Schierati a sinistra non perdete occasione non di fare i medici a cui siete obbligati dal giuramento d'Ippocrate, ma di fare una stupida sinistra politica.

    Report

    Rispondi

  • plinio72

    22 Agosto 2015 - 10:10

    Chi se ne frega non devono arrivare con qualsiasi mezzo. C hanno veramente rotto i cogones ma ci sono o ci fanno per non capire che non li vogliamo in ue!!!

    Report

    Rispondi

    • zhoe248

      22 Agosto 2015 - 14:02

      i cittadini non li vogliono ma i politici se ne infischiano e ordinano di farli entrare e, per quanto ci riguarda di andare addirittura a prendere in Libia. Quindi a questo punto chi deve svegliarsi e muoversi se non i cittadini?

      Report

      Rispondi