Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Uber, i tassisti di Roma insultano i parlamentari Pd e M5s: "Viva la pappatoia" e lanciano soldi falsi

Un gruppo di parlamentari per lo più del Movimento 5 stelle, in compagnia di colleghi del Pd e del gruppo misto, sono stati insultati da alcuni tassisti romani inferociti all'uscita da una cena tutta particolare. La sera di mercoledì 22 luglio i parlamentari hanno incontrato in un ristorante nel centro di Roma l'amministratore delegato di Uber. Speravano di non far sapere a nessuno dell'incontro con il lobbista, ma sfortuna loro ha voluto che nel locale ci fossero due parlamentari leghisti, Marco Centinaio e Stefano Candiani. I due non si sono fatti scappare l'occasione, così hanno spifferato quell'incontro ai tassisti romani, che come in tutto il mondo sono sul piede di guerra quando sentono solo nominare Uber, servizio che secondo loro farebbe concorrenza sleale.

"Vergnogna" - Fuori dal ristorante sono piovuti insulti che per i grillini suonano di beffa, dopo anni passati a lanciarli sugli altri: "Venduti! Viva la pappatoia!". I tassisti erano su tutte le furie e non contenti degli insulti, alcuni si sono anche avvicinati ai parlamentari di passaggio e hanno lanciato in faccia ai malcapitati una pioggia di banconote false.

Senza pentimento - Sul blog sregolati.org, il primo a raccontare la serata turbolenta, ha intervistato la grillina Serenella Fucksia, anche lei presente alla cena. Nonostante le lobby siano viste come il Diavolo in Terra, la grillina marchigiana non si dice per niente pentita: "Sono trasparente e non ho nuylla da nascondere. Faccio parte di un intergruppo innovazione", un manipolo di parlamentari che in modo del tutto informale si riuscise periodicamente per approfondire questioni legate all'innovazione. La Fucksia comunque dice di voler incontrare anche i tassisti, e rimane ferma sulla sua posizione: "Resto perplessa su Uber e l'ho pure ripetuto alla cena". Ma alla fine chi ha avrà pagato: "Abbiamo speso trenta euro a testa. Uber non ci ha pagati".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gksudo

    25 Luglio 2015 - 22:10

    Per Angeli1951: sei il solito Troll del c4zz0 e le spiegazioni le danno nero su bianco, imbecille!

    Report

    Rispondi

  • ivan C.

    25 Luglio 2015 - 09:09

    Sono gli e del m5s, cioè quelli cacciati dal suddetto. Fate vera informazione non queste favolette per creduloni, come quelli subito pronti a commentare ciò che neanche conoscono.

    Report

    Rispondi

  • ivan C.

    25 Luglio 2015 - 09:09

    informazione falsa e diffamatoria come al solito, ma da libero non è che ci si possa aspettare qualcosa. Gli esponenti che voi chiamate del "m5s" sono gli ex, cioè coloro che sono stati cacciati dal movimento e non è un caso che lo siano stati visti gli esiti di questi intrallazzatori. Ora colpevolizzare il m5s per degli ex è piuttosto pietoso. Se pure voi che leggete vi informaste veramente..

    Report

    Rispondi

  • Angeli1951

    24 Luglio 2015 - 15:03

    M5s? Credete veramente che siano diversi da tutti gli altri che stanno gozzovigliando alla greppia statale? Ascoltatene le spiegazioni quando gli si chiede di non rispondere per slogan e spiegare dove, come e quando trovare i soldi; chi licenziare perchè parassita improduttivo, ecc.: udrete le solite logorroiche ed inconcludenti chiacchere.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti