Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Inciviltà

Bangladesh, muore a 13 anni per le percosse ricevute. Il video dell'orrore in rete

Appena tredici anni, massacrato brutalmente di bastonate e lasciato morire in strada. Accade lo scorso 8 luglio a Dacca, capitale del Bangladesh, a un ragazzino accusato dai suoi violenti assassini di essere un ladro. Lo legano a un palo e lo massacrano con un tubo di metallo. Lui invoca pietà, piange e chiede che la smettano. Loro se la ridono. E tutto viene ripreso da un video atroce della durata di più di dieci minuti. Il corpo del ragazzino, di nome Rajon, viene abbandonato esanime in strada. L'autopsia rivelerà che è morto per un'emorragia cerebrale causata dalle percosse ricevute.

La follia - Il video della tortura inflitta a Samiul Alam Rajon viene ripreso da un cellulare e postato su Facebook da uno degli aguzzini, probabilmente per vantarsi della lezione impartita al piccolo ladro. Il video diventa virale, e scatena un mare di proteste e indignazione che la polizia non si può permettere di ignorare. Negli scorsi giorni sono state arrestate numerose persone, tra le quali un certo Muhit Alam di 22 anni e suo fratello, direttamente coinvolti nel linciaggio. Sui social network è partita una campagna di sdegno nei confronti della vicenda, e in particolare su Twitter l'hashtag #JusticeforRajon sta spopolando, gridando a pieni polmoni giustizia per Rajon. Ma dietro l'assassinio c'è forse un'oscena verità. Secondo i genitori del ragazzo, dietro l'uccisione non ci sarebbe un furto, bensì una storia di pedofilia. Si sospetta infatti che uno degli aggressori abbia precedentemente tentato un approccio sessuale nei confronti del ragazzo, e vistosi rifiutato, abbia architettato la storia del furto per coprirsi le spalle e mettere a tacere quella piccola bocca impertinente. Metterla a tacere per sempre. #JusticeforRajon

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Angelalbert

    15 Luglio 2015 - 10:10

    Perché non proviamo a gestire allo stesso modo i rom sia minori che adulti quando vengono sorpresi a rubare, o peggio violentare e rapinare persone inermi? Scommettiamo che nel giro di 2 mesi non troveremmo nemmeno il marcio di questi a delinquere? Vogliono la violenza? E violenza sia ma ben organizzata, determinata e devastante.

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    14 Luglio 2015 - 20:08

    Rajon Santo subito!

    Report

    Rispondi

  • cabass

    14 Luglio 2015 - 18:06

    Che bell'arricchimento che ci portano...

    Report

    Rispondi

    • scorpione2

      14 Luglio 2015 - 21:09

      tranquillo cacass,l'italia non e da meno.

      Report

      Rispondi

      • renzobaldo

        15 Luglio 2015 - 01:01

        Certo che se l'Italia la rappresenti tu,scorpione2........siamo messi bene.

        Report

        Rispondi