Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

La cena

Che magnata alla cena di D'Alema

A impiattare due chef di eccezione: Gianfranco Vissani e Fulvio Pierangelini. Costo per sedersi a tavola: da mille euro in su, secondo buon cuore. Ecco la cena di autofinanziamento convocata da Massimo D'Alema per la sua Fondazione Italiani europei. Una sfilata di banchieri, capitanata da Cesare Geronzi e Alessandro Profumo, e di politici della minoranza Pd ma anche del governo di Matteo Renzi: da Pier Carlo Padoan a Claudio De Vincenti e Umberto Del Basso de Caro. Tutti pizzicati da Libero tv all'uscita, e con qualche imbarazzo.

Franco Bechis
@FrancoBechis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • MASSIMO1943

    22 Giugno 2015 - 15:03

    ma veramente al peggio non c'è fine. Chi può pagare €1000 per sedersi a tavola con d'alema? no comment.

    Report

    Rispondi

  • IVOCREDI

    18 Giugno 2015 - 19:07

    1.000€ a persona per sedersi a pranzo con Baffino: adesso sappiamo a chi vanno le mazzette di Mafia Capitale!

    Report

    Rispondi

    • Chry

      19 Giugno 2015 - 03:03

      Perché nessuno spende più per cenare con Berlusconi, il padre spirituale di Roma capitale, Made in Alemanno

      Report

      Rispondi

      • MASSIMO1943

        22 Giugno 2015 - 15:03

        tra d'alema e berlusca c'è un abisso. d'alema campa coi soldi tuoi e berlusca coi suoi e ne dà anche agli altri: te compreso. prima di parlare rifletti.

        Report

        Rispondi