Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Fuga da manuale

New York, ergastolani evadono dal carcere di massima sicurezza. La beffa: lasciano uno smile sul muro

Come in un film: due detenuti, condannati per omicidio, sono evasi dal carcere di massima sicurezza nello stato di New York facendo un buco nel muro della cella e seguendo poi una serie di tunnel fino a un tombino all'esterno. "Un'operazione davvero precisa", ha ammesso il governatore Andrew Cuomo. I due hanno utilizzato trapani elettrici e attrezzi pesanti. Dove li abbiano presi non è chiaro. E' la prima evasione dalla prigione di Dannemora da quando fu aperta, nel lontano 1865. La polizia canadese è in allerta per prevenire la possibilità che i due ergastolani evasi possano cercare di proseguire la loro fuga entrando proprio in territorio canadese. In particolare sono stati messi in allarme i reparti delle forze dell'ordine nella regione di Toronto, scrive la Cts News online, mentre al di là del confine prosegue la caccia all'uomo sulle tracce dei due evasi. Non si esclude del resto la possibilità che i due 'most wanted' si siano invece diretti verso sud, per raggiungere il territorio messicano. Anche perchè che uno dei due, Richard Matt, dopo aver ucciso nel 1997 il suo ex datore di lavoro fuggì proprio in Messico, da dove però poi tornò negli Usa. Per quell'omicidio del 1997 è stato poi condannato ad una pena da 25 all'ergastolo. Il suo compagno di fuga, David Sweat, è stato a sua volta condannato all'ergastolo per aver ucciso nel 2002 un poliziotto. A quanto pare, prima di evadere i due si sono peraltro presi gioco delle autorità, poichè hanno lasciato nella loro cella uno 'smile' disegnato su cartoncino con la scritta "buona giornata a voi!".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    09 Giugno 2015 - 18:06

    e' senzaltro colpa di Alfano: cosa aspetta a dimettersi?

    Report

    Rispondi