Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Doppiogioco

Turchia, il video che incastra Erdogan: Ankara invia armi e munizioni all'Isis

Il governo turco ha sempre negato di inviare armi in territorio siriano. Questa volta però c’è un video che incastrerebbe Erdogan e che dimostrerebbe come Ankara stia aiutando militarmente l’Isis. Pubblicato dal quotidiano di opposizione Cumhuriyeti, il filmato mostra un camion di aiuti umanitari che viene ispezionato da alcuni ispettori. Gli scatoloni che vengono aperti inizialmente contengono solo scatole di antibiotici, ma è una falsa pista. Basta andare poco più a fondo per scoprire un intero carico di proiettili da mortaio. Sempre secondo il quotidiano il convoglio ne avrebbe contenuti circa un migliaio, oltre a lanciagranate e munizioni di vario calibro di provenienza russa.

I precedenti – Non è la prima volta che dei convogli turchi vengono perquisiti, ma tutti coloro che si sono opposti a Erdogan non hanno fatto una bella fine. Fra il 2013 e il 2014 quattro magistrati ordinarono delle altre ispezioni. Ora tutti e quattro sono in carcere da inizio maggio in attesa di giudizio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jackie

    jackie

    30 Maggio 2015 - 18:06

    Non ci si poteva aspettare nulla di meno da Erdogan. Solo gli americani scioccamente fingono di non vedere......oppure anche loro sono collaborazionisti della jihad. Mentre accade tutto questo l'Europa non fa assolutamente nulla. Presto avremo la guerra in casa.

    Report

    Rispondi

  • lorenvet

    30 Maggio 2015 - 15:03

    La Turchia sarà uno dei terreni di conquista dei fondamentalisti. Ataturk l' aveva incivilita e modernizzata, ma ora sta vacillando e se all' Isis invia armi, all' Europa invia clandestini. Purtroppo la Nato sta per perdere il suo avamposto orientale.

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    30 Maggio 2015 - 12:12

    La Turchia non è Europa è Oriente è Islam!!

    Report

    Rispondi