Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Di Franco Bechis

Vitalizi, Gianni Cuperlo: tagliandoli non risolviamo problemi finanza pubblica

"Non credo che in sé toccare quei vitalizi possa cambiare le sorti della finanza pubblica italiana", così Gianni Cuperlo commenta per Libero tv l'inchiesta sui vitalizi e la clamorosa differenza di cui beneficiano gli ex parlamentari fra contributi versati e assegni incassati. Tagliarli del 25%? "E' una proposta molto popolare", osserva Cuperlo, "per cui se mi chiede una valutazione debbo dire di sì, che riterrei un taglio del tutto ragionevole. Dopodichè come è accaduto nelle ultime settimane a proposito delle decisioni degli uffici di presidenza delle Camere sul taglio dei vitalizi ai condannati, penso che si possa porre un problema di ordine giuridico sulla base dei diritti acquisiti. Comunque la mia risposta sul taglio è sì, sarebbe una scelta ragionevole”. Più decisa nel sì Barbara Pollastrini, altro esponente della minoranza Pd: "Sì, dobbiamo dire sì a un taglio. Sarebbe un segnale. Io penso in generale che chi ha di più debba dare di più. Vale in generale e vale naturalmente per chi sta o è stato nelle istituzioni. Penso così da sempre, ero favorevole anche alla patrimoniale, si figuri. Comunque leggerò bene la vostra inchiesta. Mi interessa”

di Franco Bechis
@FrancoBechis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gioacchino1

    gioacchino1

    18 Maggio 2015 - 13:01

    Si risolve eccome... anzi si risolvono due problemi, il primo e il risparmio, il secondo la politica recupererebbe in serietà e credibilità...occhio loro tendono a minimizzare compreso Cuperlo.

    Report

    Rispondi

  • gianni modena

    18 Maggio 2015 - 10:10

    certo non rislove il problema della finanza pubblica , ma e' comunque un bel risparmio per abbassare il debito

    Report

    Rispondi