Cerca

News da Radio 105

Emma Marrone vola al cinema!

Emma Marrone vola al cinema!

Emma Marrone guarda al futuro. La cantante salentina ha ottenuto uno straordinario successo con il suo ultimo album e ora sta pensando a nuo......

 

ascolta ora

Radio 105

Propaganda islamica

Isis, nuovo video dell'orrore islamico: decapitati 29 etiopi copti in partenza dalla Libia per l'Europa

Nuovo video propagandistico dell’Isis con l’uccisione di cristiani in Libia, dopo quello dei 21 copti egiziani giustiziati a febbraio fra Tripoli e Sirte. Stavolta le immagini mostrerebbero l’esecuzione in due gruppi di 29 immigrati copti di origine etiopica, che sarebbero dovuti imbarcarsi verso l'Europa. Nel filmato di 29 minuti diffuso dal canale Al Furqan, l’ala mediatica del movimento, i terroristi spiegano che le esecuzioni sono state condotte da due movimenti affiliati all’Isis nella provincia di Barka, nella Libia orientale, e nella provincia del Fezzan, nel sud. A fare da sfondo sono infatti una spiaggia della Libia nord-orientale per 12 decapitazioni e un’area desertica nel sud per altri 16 uomini che vengono uccisi con un colpo alla nuca. La confezione del video è simile a quella della strage degli egiziani di febbraio.

Il video - L’esecuzione segue il triste rituale del Califfato, con i boia mascherati, i prigionieri in fila, le decapitazioni e gli spari alla nuca. A parlare è uno speaker armato di pistola e in stile Jihadi Joe che lancia le solite minacce contro le "nazioni crociate" e afferma che i cristiani devono convertirsi o pagare la tassa prevista dalla legge islamica, la "jizia". Tra immagini di chiese e simboli cristiani abbattuti, compare anche una foto di Papa Ratzinger. "Diciamo ai cristiani che vi troveremo ovunque, anche se sarete protetti in roccaforti fortificate», avverte la voce di un miliziano. Non è chiaro di quanti uomini disponga l’Isis in Libia, anche se il Dipartimento di Stato li aveva stimati in un numero oscillante tra mille e 3 mila combattenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spalella

    20 Aprile 2015 - 20:08

    le colpe sono del Vaticano, e del governo condizionato dai preti del vaticano. Andare a prendere gli africani fino in africa, dà il messaggio che saranno accolti e Mantenuti gratis a prescindere... a prescindere dalle possibilità, alla faccia dei POVERI italiani che Non ricevono Soldi Come e Quanto i clandestini. I MORTI LI FA' IL VATICANO e RENZI, e Poi sono Clandestini in Meno che arrivano.

    Report

    Rispondi

  • zhoe248

    20 Aprile 2015 - 19:07

    in TV i benpensanti si affannano a insistere con la solfa dei disperati in fuga dalla guerra. Ma com'è che scappano solo maschi e giovani? A parte qualche bambino e donne incinta caricatti per rendere più credibile ai creduloni la "fuga". Questi sono dei trogloditi. quando avranno spedito in Europa un esercito di islamici senza scrupoli voglio vedere chi i fermerà.

    Report

    Rispondi

  • fossog

    20 Aprile 2015 - 18:06

    Essere contenti che muoiano? così non li avremo in casa nostra con la loro diversità culturale Non integrabile ? gli etiopi, anche se cristiani, non sanno nulla di democrazia, e di regole occidentali che anche le Seconde Generazioni di immigrati spesso Rifiutano. essere contenti che siano morti è terribile, ma il Vaticano Ci Porterà Anche a Questo se CONDIZIONERA' ANCORA LA POLITICA DEL PAESE

    Report

    Rispondi

  • zhoe248

    20 Aprile 2015 - 16:04

    ovvio che elimina i cristiani,Isis spedisce da noi solo islamici. Ancora non si vuole capire che invaderci è la strategia Isis x la guerra santa contro l'Europa iniziando dall'Italia. Non si possono più fare chiacchiere ma fatti. Bisogna costringere i governi europei a intervenire cominciando a distruggere barconi o gommoni, vuoti o pieni. Ormai è una lotta x la sopravvivenza, noi o loro. Urge

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti