Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Iraq

Isis, jihadisti distruggono il sito archeologico Nimrud

Ancora martelli pneumatici, esplosivi, mazze e pietre e l’ennesimo pezzo di storia annientato dall’Isis. Un nuovo video diffuso in rete mostra la distruzione del sito archeologico di Nimrud, in Iraq, per mano dei militanti dell’Isis. Fondata nel XIII secolo a.C. da Salmanassar I, Nimrud divenne capitale dell'impero assiro verso l'880 a.C. Si trova a circa 30 chilometri a sudest di Mosul, la cui area è controllata dall'Isis dal giugno dello scorso anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bernardroby

    12 Aprile 2015 - 15:03

    Ho visto le distruzioni dei reperti antichi da parte dell'Isis, scusate la domanda , ma quanto sono antichi ? Ho visto che a sostenere , statue e elementi appesi alle mura , all'interno di queste " Antichità" si intravedono le armature in ferro , facevano già le armature stile moderno nelle statue di 4000 anni fa ? Da noi crollano le autostrade in Sicilia , e li facevano già le statue armate ?

    Report

    Rispondi