Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Di Franco Bechis

Vinogate, Pier Ferdinando Casini: "Io di Massimo D'Alema non parlo"

Sul vinogate che coinvolge Massimo D'Alema il leader Udc Pierferdinando Casini non vuole dire una parola: "Ero all'estero, in Vietnam, non ho letto i giornali. Non mi occupo di politica italiana". Meno reticente il forzista Gianfranco Rotondi, che prima dice di non volere speculare su queste vicende, poi però solidarizza con D'Alema, e lo avvisa: "Il suo vino non l'ho assaggiato. Ma gradirei farlo. Chissà che non me ne mandi una cassa..."

di Franco Bechis
@FrancoBechis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fiorgio

    05 Aprile 2015 - 17:05

    Casini era in vietnam!!!! poteva rimanerci, non ci perdevamo nulla, da lui a niente a cena.......

    Report

    Rispondi

  • l.interbartolo

    02 Aprile 2015 - 15:03

    casini chi???? ah forse si parla del giuda che con i denari guadagnati si potra' permettere di comperare il vino del baffetto che si e' potuto permettere di comperare quel popo' di tenuta in umbria AVENDO LAVORATO PER TANTI ANNI COME UNA BESTIA!! beati loro . E LUI DICEVA: E IO PAGO!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • pastello

    02 Aprile 2015 - 15:03

    Che tristezza questi, si fa per dire, politici. Uno si nasconde dietro al ditino e l'altro : " beh visto che ci sono cerchiamo di non tornare a casa a mani vuote.

    Report

    Rispondi

  • afadri

    02 Aprile 2015 - 12:12

    Questi personaggi sono i classici Democristiani cresciuti alla scuola del "FURTO" che usano la classica frase. "Io non c'ero e se c'ero dormivo". Questa è l'Italia.!

    Report

    Rispondi