Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Inchiodati

Trenord, vandali in azione: devastato il convoglio

In quattro hanno letteralmente devastato il treno dei pendolari lombardi della Trenord. "Tornando dall'università", scrive il ragazzo che ha ripreso i delinquenti e postato il video su Youtube, "ho incontrato queste fantastiche persone e non ho potuto fare a meno di riprendere le loro eccezionali gesta. Il capotreno non ha fatto in tempo a fermarli perché i nostri amici tirando la leva d'emergenza hanno aperto le porte e son scappati". La ragazza che era con loro, continua, "è stata riconosciuta da dei ragazzi che erano sul treno, le autorità risaliranno agli altri tre tramite lei. Le facce sono state oscurate per evitare problemi, dato che alcuni di loro sembravano minorenni. Voglio sottolineare che io non conosco questi individui, sono semplicemente così stupidi che si facevano riprendere con tranquillità".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cell43

    29 Gennaio 2015 - 10:10

    Fargli pagare i danni poi metterli a lavare le carrozze per un mese,ma all'esterno non al coperto..

    Report

    Rispondi

  • calimero63

    28 Gennaio 2015 - 21:09

    delinquenti..e basta. non cè altro termine per definirli,sti pezzi di merda

    Report

    Rispondi

  • afadri

    28 Gennaio 2015 - 19:07

    altro bell'esempio di un paese molto fantasioso, democratico, educato e soprattutto rispettoso. Bravissimi.!!

    Report

    Rispondi

  • wall

    28 Gennaio 2015 - 19:07

    Prendeteli tutti e legateli sui sedili rotti per mesi e mesi, ogni tanto liberateli e con la lingua fategli pulire tutti i vagoni ogni tanto un pò d'acqua ...per detergere. Poi svitategli il cervello perchè quello che hanno è perduto per sempre. Fate pagare a vita i danni che hanno arrecato agli italiani che lavorano per la loro famiglia e per il vivere civile nella costituzione italiana nel rispe

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti