Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Su Raitre

Alan Friedman contro Alfredo D'Attorre (Pd) ad Agorà: "Gli anti-renziani alla frutta", "Difendi i capitalisti", "Caz..."

"La minoranza Pd, quella parte radicale e di sinistra sconfitta da Renzi nelle primarie e che non ha mai digerito quella sconfitta, ora sta lottando per la propria sopravvivenza". Alan Friedman interpreta così le spaccature nel mondo dem tra Renzi e i "dissidenti" sulla riforma delle legge elettorale. In studio ad Agorà su Raitre, l'economista americano riduce la lotta intestina nel principale partito italiano a una questione di poltrone: "Sono alla frutta: la loro paura è che con la nuova legge elettorale non saranno più in grado farsi nominare ed eleggere in Parlamento. Fassina secondo me è una persona marginale e irrilevante nella politica italiana...". E qui si scatena il botta e risposta con il deputato Pd Alfredo D'Attorre, anti-renziano tra i più tosti: "Friedman difende una linea di assoluta continuità della politica italiana... quella che sostiene la politica del rigore e protegge i vincoli del rigore e gli interessi del capitale finanziario, quelle politiche che hanno aggravato la crisi, recessione, disoccupazione...". "Questa è una cazzata...", prova a interromperlo Friedman, mettendo in imbarazzo il conduttore Gerardo Greco che invita tutti a non cedere al "turpiloquio". Ma D'Attorre non molla e lancia un'altra stilettata: "Dall'America ci sono molti analisti che dicono cose più acute e interessanti di Friedman, che a me peraltro sta molto simpatico. Quando lo vedo, rido sempre...".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • direttoreemilio

    24 Gennaio 2015 - 20:08

    Alan Friedman i MA CHI CAZZO É? In America nessuno lo farebbe parlare di finanza, solo di gossip.

    Report

    Rispondi

  • MarcoBrogiMilan

    24 Gennaio 2015 - 11:11

    Friedman = ennesimo SERVO venduto alla corte di Arcore....

    Report

    Rispondi

    • scostumato

      24 Gennaio 2015 - 14:02

      Sig.MarcoBrogiMilan , si metta un pò d'accordo con il sig.fossog,sto Friedman è servo del Vaticano oppure del Berlusca ?

      Report

      Rispondi

  • Happy1937

    23 Gennaio 2015 - 18:06

    Bravo Frieman. D'Attore, dico col Manzoni "chi era costui?" . Ma in realtà Carneade era un po' più noto.

    Report

    Rispondi

  • fossog

    23 Gennaio 2015 - 16:04

    io INVECE credo che le fratture interne al PD e FI siano una manovra del maledetto Vaticano che raduna i suoi servi sparsi anni fà a dx ed a sx per controllare gli schieramenti. Oggi i TRADITORI del popolo Laico Vengono Chiamati a Ricompattarsi in una nuova DC, unendo Renzi e berlusconi. Anche Nell'Ottica di eleggere un Presidente Settario Cattolico. I LAICI si ricompatteranno a loro volta.

    Report

    Rispondi

    • scostumato

      23 Gennaio 2015 - 20:08

      Caspita ! Che profondità di analisi ! Sa,caro Sig.fossog,che se legge il suo commento Santoro la invita seduta stante a partecipare alla sua trasmissione ? Ancora,sa che Giulietto Chiesa,quello che dà per certo che le Torri gemelle furono buttate giù dalla Cia e dal Mossad,comincia ad essere geloso di lei ?

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti