Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Salute

Diabete, in Campania la Fand chiede la modifica del decreto regionale 87/2013

"Circa 400.000 pazienti diabetici campani rischiano di non avere un'assistenza sanitaria specialistica adeguata". E' questo l'allarme lanciato dal consigliere nazionale della Fand (Federazione Associazione Nazionale Diabetici), Fabiana Anastasio, che pur ritenendo in parte buona la gestione integrata della patologia diabetica introdotta con il decreto regionale numero 87 del 24/07/2013, ne contesta alcune sue parti. Il menzionato provvedimento emanato dal Governo Campano, avente ad oggetto l'approvazione dell'accordo integrativo regionale per la medicina generale, ha di fatto affidato i pazienti, in passato gestiti dagli specialisti in diabetologia, ai medici di base che a seconda delle complicanze riscontrate prescrivono loro le visite specialistiche necessarie. Nello stesso decreto 87 della Regione Campania viene, inoltre, introdotta la nuova categoria di pazienti diabetici con complicanze croniche stabilizzate che, stando ad uno studio scientifico condotto da medici esperti in materia, non esisterebbe. Infatti, secondo quanto affermato dai medici della AMD (Associazione Medici DIabetologici) e della SID (Società Italiana di Diabetologia), la definizione di "complicanze croniche stabilizzate" è inappropriata e potenzialmente causa di inerzia terapeutica, e comunque contraria alla caratteristica natura progressiva della malattia diabetica. Per questo motivo la Fand, l'Amd e la Sid hanno fatto fronte comune battendosi per ottenere la modifica del decreto, poiché la non corretta categorizzazione del paziente diabetico comporterebbe il rischio per circa 4000.000 pazienti di un aggravamento delle complicanze che la patologia diabetica comporta.

di Cristiana Barone

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • annyrossi

    07 Dicembre 2014 - 21:09

    allianz per favore dimmi dove si fa questo intervento perchè io non lo conosco aiutami

    Report

    Rispondi

  • allianz

    06 Dicembre 2014 - 20:08

    Fornendo 5 barilotti di strisce ad un paziente che del pancreas ne è privo costa 70x 5=350 euro/mese,che moltiplicata per tutto l'anno fa la bellezza di 4200 euro per soggetto diabetico.Domanda.se i calcoli sono giusti,e a pensare male in questo paese di merda ci si azzecca sempre,chi si intasca i soldi delle mazzette delle case farmaceutiche?

    Report

    Rispondi

  • allianz

    06 Dicembre 2014 - 20:08

    Vadano a fanculo tutti quanti,politici amministratori.Esiste il pancreas artificiale.E' un apparecchio che inietta insulina nel corpo.E' costituito da un infusore e da un trasmettitore inserito con una semplice operazione di ambulatorio sotto cute.IL costo? 1400 EURO.Viene negato anche a coloro che del pancreas ne sono privi.Preferiscono spendere 70 euro di strisce...fatevi i vostri conti

    Report

    Rispondi