Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Uganda

Immagini forti: calci e pugni, la tata maltratta la bimba di 2 anni

Siamo a Rukungiri in Uganda: la terribile scena è stata ripresa da una telecamera nascosta dai genitori dopo che avevano notato lividi sospetti sul corpicino della piccola Aneela, due anni. Ed ecco svelato il motivo: la tata, Jolly Tumuhiirwe, una 22enne dell'Uganda, sta dando da mangiare con forza alla piccola Aneela; ad un certo punto la bambina si sente male e vomita sul divano. La tata inizia così la sua punizione: dopo aver gettato in terra la piccola, la picchia con una specie di bastone e le sale sopra schiacciandola con tutto il suo peso. Dopo aver visto le immagini il padre di Aneela ha picchiato tanto violentemente la tata da ridurla su una sedia a rotelle. Inizialmente l'uomo è stato arrestato; ma dopo che gli inquirenti hanno visionato il video e capito il motivo di tanta rabbia, lo hanno scagionato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rendagio

    27 Novembre 2014 - 14:02

    questo e´il mínimo che doveva fare, io avrei fato molto di peggio, ma in Itália i giudici avrebbero protetto questa carnefice e condannato il padre, e richiesto purê i danni morali e fisici.... quel papa´ha fato molto bene , anzi tropo poco

    Report

    Rispondi

  • antonioarezzo

    25 Novembre 2014 - 12:12

    speriamo che ci resti tutta la vita in sedia a rotelle e che abbia una badante che gli sputa in faccia e la prende a cazzotti tutti i giorni. te le dovrebbero amputare le gambe brutta schifosa.

    Report

    Rispondi

  • direnzoluca69

    25 Novembre 2014 - 10:10

    Solo sulla sedia a rotelle? fin troppo buono direi. Ottima conclusione degli inquirenti che comprendono il motivo. E in Italia come sarebbe andata a finire?

    Report

    Rispondi

  • zanzaratigre

    zanzaratigre

    25 Novembre 2014 - 10:10

    Speriamo che questa bastarda non si rialzi più dalla sedia a rotelle!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti