Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

A Bologna

Matteo Salvini al campo rom, l'auto distrutta

L’auto su cui viaggiava il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, è stata aggredita da un gruppo di giovani che hanno spaccato il lunotto posteriore. La Volvo si trovava vicino al campo rom di Bologna, dove Salvini è andato in visita dopo che, lunedì scorso, una consigliera comunale del Carroccio è stata colpita con uno schiaffo da una donna rom. Dalle parti di via Erbosa, questa mattina, c'erano oltre agli scalmanati dei centri sociali, anche decine tra cameraman e fotografi e cronisti dei giornali. L'arrivo al campo nomadi abusivo alle porte di Bologna del leader leghista era infatti stato annunciato giorni fa, dopo che la consigliera Borgonzoni era stata aggredita all'interno dello stesso campo.

"Matteo Salvini, l'auto aggredita dai centri sociali"
Guarda le foto nelle gallery

Mancava la polizia - Eppure, a proteggere il leader leghista ed europarlamentare non c'era nemmeno un poliziotto. Nemmeno uno, nonostante la visita di Salvini fosse stata "accolta" nei giorni scorsi da minacce da parte dell'antagonismo rosso bolognese. Per fortuna, gli scalmanati si contavano sulle dita di una mano, altrimenti, se l'auto dell'europarlamentare fosse stata bloccata, le cose sarebbero andate molto ma molto peggio. Le sole forze dell'ordine erano all'ingresso del campo nomadi per impedire a giornalisti e curiosi di entrare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luigifassone

    10 Novembre 2014 - 20:08

    Commento inviato l'8 novembre :- E' l'Italia DEMOCRATICA,ragazzi ! Quella nella quale tutti possono dimostrare pacificamente,senza far del male. On.Alfano,almeno accompagnali alle frontiera dalla quale sono passati per venire ad aumentare i nostri guai. Su,coraggio !

    Report

    Rispondi

  • orizzonti53

    10 Novembre 2014 - 10:10

    CHE DIRE, LA VIOLENZA NON PORTA MAI RISULTATI POSITIVI-, LA LEGA STA CERCANDO DI FARELA SUA PARTE MA NON VIENE ACETTATA STAREMO A VEDERE COME ANDRA A FINIIRE.

    Report

    Rispondi

  • egenna

    09 Novembre 2014 - 05:05

    E' inutile aspettarsi giustizia,da chi,dalla"maggistrattura rovina italia"!? Bisogna prenderli ad uno ad uno,fargli un bel "sara sara",due schiaffoni,quattro calci nel culo e vedi che la prossima volta ci pensano due volte prima di intraprendere un'azione de genere. Cordiali saluti

    Report

    Rispondi

  • gangelini

    09 Novembre 2014 - 01:01

    Poveretti. Cari bambini guardate che siamo nel 2014 non nel 1968, siete indietro di 46 anni. Lo stesso Sud tifa Lega, perché si sono stufati di questi buffoni dalle tante promesse ma zero certezze.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti