Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Virginia

Nasa, esplode un razzo sei secondi dopo il decollo

Nella notte del 28 ottobre nella base Nasa in Virginia un razzo commerciale senza equipaggio, usato per il trasporto di rifornimenti per la stazione orbitante internazionale (Iss), è esploso poco dopo il decollo. Sono ancora ignote le cause dell'incidente, ma la Nasa dichiara: "E' stata un'anomalia catastrofica". Per fortuna non sono state coinvolte persone, ma l'esplosione ha creato gravi danni e la distruzione, pare, di materiale segreto per le comunicazione. Intanto, il Presidente Barack Obama teme per le sue deicisoni finanziarie, che lo hanno portato da qualche tempo ad optare per un programma di razzi commerciali.

La dinamica - Il razzo Antares trasportava la navetta Cygnus con a bordo 2,2 tonnellate di rifornimenti e apparecchiature per i sei astronauti che vivono nella stazione spaziale internazionale Iss. L’esplosione, avvenuta dopo 6 secondi dal lancio, è stata assolutamente imprevedibile, hanno dichiarato gli esperti Nasa: infatti, sia il conto alla rovescia che il lancio stesso non hanno rivelato alcuna anomalia. Nel razzo non si trovava personale, e tra quelli a terra non risulta alcun ferito, tuttavia l’esplosione ha causato ingenti danni: tutta l’apparecchiatura contenuta nel razzo è andata persa e i detriti e le fiamme dell’esplosione hanno causato enormi danni alla proprietà circostante. La Nasa ha dichiarato che formerà una squadra di esperti per indagare sull'accaduto. Il lancio sarebbe dovuto avvenire lunedì 27 ottobre, ma era stato posticipato per la presenza di una nave a largo nell’Atlantico nel perimetro di sicurezza per il lancio. Il personale della navicella Iss è già stato informato dell’incidente, e rassicurato sul fatto che non rimarrà senza cibo: le forniture verranno, infatti, consegnate oggi, mercoledì 29 ottobre.

Le scelte finanziarie di Obama - Il presidente americano, nell'era post Shuttle, ha spinto per un programma di razzi commericali per i rifornimenti, siglando un contratto con Orbital Science e Specex. Per questo, l'incidente alla stazione Nasa in Virginia potrebbe essere l'ennesimo auotogol che porterebbe Obama a perdere ulteriori consensi elettorali. Per il momento, a pagare le immediate conseguenze dell’incidente è Orbital Science, che crolla in Borsa, perfendo fino al 19%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400