Cerca

News da Radio 105

Il lunedì ci si ammala di più..

Il lunedì ci si ammala di più..

Il lunedì è il giorno della settimana più difficile. D'altra parte, a chi piace tornare in ufficio dopo un bel weekend? La risposta è "a poc......

 

ascolta ora

Radio 105

Pillola blu

Il Viagra usa una "Milf" per salvare le vendite nel nuovo spot

"Ragazzi, siete da soli con la vostra donna. L'ambiente è perfetto. Ma quella disfunzione erettile torna di nuovo. Tanti di voi hanno questo problema". Non siamo nello studio medico di un andrologo, né questi sono i consigli fraterni dati a un amico in difficoltà. È invece l'invito sensuale che arriva da una bella donna, bionda, di mezz'età che chiede al proprio partner di fare qualcosa contro l'impotenza.

Inizia così la nuova pubblicità della Pfizer, la casa farmaceutica produttrice della famosa pillola blu, il Viagra, che per vent'anni ha ridato fiducia e speranza all'universo maschile con qualche problema sotto le lenzuola. Parola alle donne, e non per recitare litanie di consolazione: è questa la rivoluzione che segna la nuova campagna pubblicitaria. Un cambiamento di 360 gradi che è una vera e propria rivoluzione culturale. L'invito ad agire contro un problema imbarazzante arriva direttamente da chi in primis ne soffre le pene. In questo caso una "milf" su una spiaggia tropicale che vorrebbe passare una piacevole serata. Basta dunque guardare le cose solo con occhi maschili.
Ma dietro le battaglie ideologiche, si muovono sempre strategie economiche.

Rovesciare le prospettive significa anche, per la Pfizer, fare leva su un nuovo pubblico. Insomma, convincere le donne a persuadere i propri partner ad acquistare il Viagra. Il tentativo estremo di recuperare terreno in un mercato che negli ultimi anni ha subito un crollo verticale a causa della concorrenza.

In Europa il calo delle vendite si è aggiarato attorno all'8%, mentre negli Stati Uniti Cyalis e il nuovo prodotto della Stendra rendono la vita dura al farmaco della passione.

Sono passati gli anni '90, golden age per la mitica pillola blu. Era il 1998 quando il Viagra fu approvato dalla FD portando con sé una ventata d'ottimismo nell'America di Clinton. Sebbene risulti che il farmaco si astato prescritto a 50 milioni di uomini nel mondo, nel 2013 risulta che il 75% degli uomini cui viene prescritto il Viagra decidono poi di non prenderlo.
Insomma, il Viagra sembra ormai aver intonato il suo canto del cigno. Ma lascia un'eredità importante: vent'anni di comici pronti a ironizzare su performance deludenti e, più importante, la caduta di un tabù.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400